ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Estudio Revolución

Parigi - Invitato da capo di Stato francese, Francois Hollande, a mezzogiorno di sabato 30 gennaio, è giunto in questa città il Presidente cubano Raúl Castro Ruz per realizzare una visita di Stato, definita storica perchè è la prima volta che un dignitario dell’Isola realizza una visita di questo tipo in un paese membro dellUnione Europea.

Al suo arrivo all’aeroporto internazionale “Paris-Orly”, adorno per l’occasione di bandiere francesi e cubane, Raúl è stato ricevuto dal ministro di Città, Gioventù e Sport, Patrick Kanner, con altri funzionari. Lo hanno accolto anche l’ambasciatore cubano in questa nazione, Héctor Igarza, e la rappresentante dell’Isola presso la UNESCO, Dulce María Huergo.

Sotto un’insistente pioggia e con circa nove gradi di temperatura, Raúl ha salutato le autorità che gli hanno dato il benvenuto ed ha camminato sul tappeto rosso fiancheggiato dai membri della Guardia d’Onore francese.

La delegazione ufficiale che accompagna il Generale d’Esercito in queste giornate a Parigi è formata da Ricardo Cabrisas Ruiz, vicepresidente del Consiglio dei Ministri; dal ministro degli Esteri Bruno Rodríguez Parrilla; dal titolare del Commercio Estero e l’Investimento straniero, Rodrigo Malmierca Díaz; dal viceministro degli Esteri, Rogelio Sierra Díaz e dall’ambasciatore di Cuba in Francia.

Il Presidente cubano svilupperà un’ampia agenda di lavoro, nella quale si prevedono conversazioni ufficiali con Hollande, la firma di accordi e incontri con diverse personalità.

Questa visita mostra l’eccellente stato delle relazioni bilaterali tra i due paesi, stabilite nel giugno del 1902 e portate al rango d’ambasciata nel 1950.

Le relazioni hanno avuto un rilancio con la positiva vista di Hollande nel maggio del 2015, a L’Avana, la prima visita di un presidente francese nell’Isola dei Caraibi. (Traduzione GM – Granma Int.)