ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

Cuba, ieri giovedì 12 novembre, ha richiamato nelle Nazioni Unite a dare una risposta effettiva della comunità mondiale per fermare l’occupazione israeliana nei territori palestinesi e i crimini contro i suoi abitanti.

Intervenendo nella giornata finale delle discussioni sul tema, nella Quarta Commissione dell’Assemblea Generale, il diplomatico David Forés ha denunciato che la repressione continua contro il popolo palestinese e che ogni giorno muoiono bambini, donne e anziani.

“Sono urgenti l’attenzione e l’appoggio della comunità internazionale, che non può restare indifferente di fronte ai crimini d’Israele”, ha avvertito parlando nelle Nazioni Unite, il rappresentante dell’Isola delle Antille.

Il diplomatico cubano ha definito inaccettabile la costruzione e l’espansione degli insediamenti illegali israeliani, la barriera del muro, la distruzione e la confisca delle terre, lo sfollamento forzato di migliaia di famiglie e il trasferimento dei coloni ebrei nei territori palestinesi occupati (Traduzione GM - Granma Int.)