ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La casa dei “nonni” di Lajas è un modello del buon funzionamento della cura degli anziani. Photo: Efraín Cedeño

I delegati alla Conferenza Regionale d’America dell’Unione Internazionale dei Pensionati (UIS) della Federazione Sindacale Mondiale realizzata a Quito, in Ecuador, hanno risaltato la giustizia sociale raggiunta nella società cubana.

I partecipanti hanno reclamato l’eliminazione del blocco imposto dagli Stati Uniti da più di mezzo secolo e la restituzione del territorio usurpato illegalmente, dove si trova la base navale degli USA di Guantánamo.

La dichiarazione è stata letta dopo l’intervento di Xiomara Enríquez Cruz, rappresentante della CTC cubana all’evento, che ha parlato della situazione delle persone della terza età nella situazione dell’attuale crisi capitalista mondiale.

I delegati all’incontro hanno riconosciuto la società con equità e giustizia che esiste in Cuba dove, nonostante il blocco, non esistono anziani abbandonati.

Durante l’incontro presieduto da Quin Boix, Segretario Generale della UIS,i partecipanti hanno esposto esperienze derivate dagli effetti dell’attuale crisi globale sui lavoratori, sui giovani e sulle donne.

Questa crisi incrementa la disoccupazione e l’emigrazione e danneggia gravemente i pensionati e gli invalidi.

La Conferenza si è pronunciata per l’unità d’azione dell’Unione Internazionale dei Pensionati d’America, per fermare la diminuzione discriminatoria dei diritti e delle pensioni guadagnate dai lavoratori in molti anni di fatica.

Ugualmente i delegati all’incontro hanno deciso di rinforzare la lotta per ottenere una sanità integrale e medicinali gratuiti, oltre a pensioni degne dalla previdenza pubblica.

Martha Hervas, vice presidentessa della UIS per la Regione America, con Edgar Sarango, Segretario Generale della Centrale dei Lavoratori dell’Ecuador hanno partecipato ai dibattiti.

(Traduzione GM - Granma Int.).