ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

Jeb Bush ha reso nota la lista dei suoi collaboratori della sua campagna presidenziale nella contea di Miami-Dade e non sorprende, ovviamente chi c’è nel suo lungo elenco, dove appaiano noti terroristi e sinistri personaggi della politica nordamericana caratterizzati da espressioni di odio viscerale verso la Rivoluzione Cubana.

Tra costoro che sono incaricati di sostenere Bush nelle sue aspirazioni presidenziali, si includono, con l’ex presidente di RPOF, Al Cárdenas, politicanti mafiosi come l’ex congressista Lincoln Díaz-Balart e i tre membri repubblicani del Congresso con sede in Miami-Dade: Ileana Ros-Lehtinen, Mario Díaz-Balart y Carlos Curbelo, immagini chiare dell’intolleranza e della posizione più reazionaria.

Non potevano mancare le congratulazioni della “lupa feroce”, che ha dichiarato: “ Sono orgogliosa di appoggiare il mio amico Jeb nella sua campagna per la presidenza (…) Inoltre Jeb sa che necessitiamo una politica estera che aiuti gli USA a recuperare il loro prestigio in America Latina, che è la democrazia decentrata.

Jeb assicura che la nostra nazione è sempre più una leader globale e per questa ragione e per molte altre è un onore per me appoggiarlo come presidente.

Nella lista appaiono alcuni nomi significativi di individui che hanno partecipato a piani di terrorismo contro Cuba, come nel caso di Feliciano Foyo, Horacio Garcia, Alberto Hernandez e Luis Zúñiga, coinvolti direttamente nei sabotaggio contro installazioni turistiche cubane negli anni ’90 e in vari tentativi e piani di attentati contro Fidel Castro.

Comincia male chi si appoggia ai terroristi per vincere la presidenza degli USA...

( Traduzione GM – Granma Int.)