ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il famoso attore d’origine francese Gerard Depardieu non potrà entrare in Ucraina per inque anni per via soprattutto della sua condizione di cittadino russo, e la sua mancanza di sostegno alla sovranità dell’Ucraina.

Depardieu apre una lista nera di 600 artisti che in un modo o in un altro appoggiano la violazione dell’integrità territoriale del paese, hanno dichiarato il Servizio di Sicurezza dell’Ucraina e il Ministero di Cultura locale.

Tra le presunte provocazioni del famoso artista francese fatte alla nazione in questione, le istituzioni hanno citato un commento espresso durante un festival del cinema, in Lettonia, nel 2014, quando Depardieu avrebbe detto: “Amo la Russia e amo ‘Ucraina, che è una parte della Russia”.

Il protagonista di pellicole come “Green Card” (1990) e “Asterix e Obelix” (1999), tra i tanti, aveva una buona relazione con l’Ucraina, ma negli ultimi anni si sono deteriorate considerevolmente.

Dal 2013 Depardieu ha la cittadinanza russa, a detrimento della francese, dato che si è sempre mostrato in disaccordo con le elevate imposte che la Francia applica ai ricchi del paese. (Traduzione GM – Granma int.)