ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Caracas - Il giornalista e analista politico José Vicente Rangel, ha denunciato che la destra venezuelana insiste nel cercare d’avvelenare l’ambiente del paese in vista delle elezioni del prossimo 6 dicembre.

Nel suo programma settimanale “José Vicente Hoy”, trasmesso dalla catena privata Televen, ha affermato che l’opposizione esige l’osservazione di organismi internazionali e garanzie che però già esistono e sono rispettate.

Ranger ha poi criticato il ruolo che assumono i media di comunicazione privati, come messaggeri dell’opposizione più radicale, perchè annunciano che il Consiglio Nazionale Elettorale e il Governo hanno già preparato un imbroglio ed ha avvertito che i portavoce della destra raggruppata nell’auto denominata Tavola di Unità Democratica (MUD) “non accetteranno altra cosa che la vittoria”.

“Questo atteggiamento trasforma la loro partecipazione in un una mascherata per scatenare azioni al di fuori della cornice costituzionale e gioca contro l’interesse delle elezioni, perchè deprime i votanti”, ha detto

Il comunicatore ha segnalato le gravi divisioni che persistono tra i partiti della MUD, che motivano problemi e tensioni interne, mentre le forze rivoluzionarie anticipano una campagna efficace di strada.

L’elevata partecipazione alle elezioni interne del Partito Socialista Unito del Venezuela, lo scorso 28 giugno, fa pensare a un successo di questa forza politica nelle elezioni parlamentari del prossimo 6 dicembre. ( Traduzione GM - Granma Int.)