ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il polemico annuncio è stato pubblicato dalla rivista Elle in Gran Bretagna.

Una pubblicitá di Yves Saint Laurent (YSL) che mostra una modello «poco sana e con basso peso» è stata proibita dalle autorità degli standard di pubblicità del Regno Unito (ASA, la sua sigla in inglese).

L’annuncio mostra la foto di una donna alla quale si vedono le ossa del torace, ha detto l’ente che regola la pubblicità e che ha confermato la lamentela di un lettore che considera questa pubblicità “irresponsabile” dato l’uso di una modella così “severamente magra”.

La donna veste un abiti nero corto, porta tacchi alti e mostra le gambe in cui le cosce e le ginocchia sembrano avere la stessa misura.

L’uso di modelle così magre e di minorenni è stato aggetto di dure critiche per l’utilizzo di giovani troppo magre e questo fatto ha obbligato la rivista Vogue a proibire questo profilo già tre anni fa. Anche Israele ha proibito l’estrema magrezza sulla passerella.

“Le modelle sono sempre state magre, ma non troppo. La differenza tra magra e troppo magra è una differenza tra la vita e la morte”, ha affermato Adi Barkan, fotografo di moda che sostiene la legge.

L’iniziativa proibisce modelle troppo magre sulle passerelle e nella pubblicità e utilizza l’ Indice di Massa Corporale - IMC -per decidere chi può apparire. Chi ha un IMC inferiore a 18.5 non può apparire per non stimolare l’imitazione delle adolescenti che divengono anoressiche. (traduzione GM – Granma Int.)