ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Estudio Revolución

Mosca- Il Presidente cubano Raúl Castro Ruz è arrivato nel pomeriggio di martedì 5, in questa capitale per partecipare alle attività che si svolgeranno qui in occasione del 70º anniversario della sconfitta del fascismo, rispondendo ad un invito fatto dal presidente russo Vladimir Putin.

Proveniente dall’Algeria dove ha realizzato una visita ufficiale di tre giorni, il Generale d’Esercito è stato ricevuto nell’aeroporto Vnukovo II dal vice ministro degli Esteri Serguei Ryabkov e da Tatiana Anódina, presidentessa del Comitato Statale dell’ Aviazione.

Fanno parte della delegazione cubana, Ricardo Cabrisas Ruiz, vicepresidente del Consiglio dei Ministri; il cancelliere Bruno Rodríguez Parrilla; il generale di Corpo d’Esercito Leopoldo Cintra Frías, ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie ed Emilio Lozada García, ambasciatore in questo paese.

L’agenda pianificata per queste giornate prevede che Raúl oggi incontrerà il primo ministro Dimitri Medvedev e giovedì sarà ricevuto da Putin. Inoltre si prevede una visita al Patriarca Kiril, massimo rappresentante della Chiesa Ortodossa russa.

Come parte dei festeggiamenti per il 70 anniversario della vittoria della Grande Guerra Patria, Raúl assisterà alla sfilata militare che si realizzerà il 9 maggio nella Piazza Rossa e all’offerta di corone di fiori che i capi di Stato e di Governo faranno davanti alla Tomba del Milite Ignoto.

Questa è la terza visita di Raúl in Russia come Presidente di Cuba, dopo quelle del 2009 e del 2012. Il suo primo viaggio nell’allora Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) avvenne nel luglio del 1960. Poi Raúl ha vistato la Russia in una ventina di opportunità.

(Traduzione GM - Granma Int.)