ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez, ha affermato che gli oratori che sono intervenuti nel dibattito dell’Associazione degli Stati dei Caraibi - AEC in spagnolo - hanno condannato la definizione del Venezuela di “minaccia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Riferendosi alla XX Riunione Ordinaria del Consiglio dei Ministri della AEC, il diplomatico ha sostenuto che c’è stato un dibattito molto costruttivo in relazione alla situazione creata per l’ordine esecutivo emesso dal presidente degli USA, Barack Obama.

“Gli oratori hanno considerato illegittime le sanzioni unilaterali annunciate, ha precisato Rodríguez in un’intervista con Prensa Latina, a proposito dell’incontro della AEC realizzato ad Antigua, in Guatemala, un’antica città coloniale.

Vari ministri degli Esteri e rappresentanti degli Stati dei Caraibi hanno ricordato il Proclama dell’America Latina e dei Caraibi di Zona di Pace, firmato dai capi di Stato e di Governo nel Vertice della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici - CELAC - a L’Avana, nel gennaio del 2014 ed hanno considerato che questo documento dev’essere la base nelle relazioni della CELAC con qualsiasi paese; hanno inoltre rinnovato il richiamo agli Stati Uniti e a tutti i paesi per le relazioni con la regione, basandosi nel rispetto del contenuto del Proclama stesso”, ha affermato Rodríguez.

Obama ha ordinato d’implementare sanzioni contro funzionari ed ex funzionari del Venezuela, i cui beni negli Stati Uniti sono stati congelati, ed ha proibito loro l’entrata in territorio nordamericano.

“Con l’ordine esecutivo Obama ha implementato ed ampliato le sanzioni contro certi individui del Venezuela, includendo una legge approvata nel dicembre scorso”, ha spiegato il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest, in un comunicato.

Riferendosi ad un altro tema, il ministro cubano ha assicurato che nell’appuntamento gli interventi di varie delegazioni hanno dato una favorevole impressione a proposito dei progetti principali in cui Cuba è coinvolta.

I progetti di maggior interesse ai quali partecipiamo sono Le Mappe delle Rotte Marittime dei Grandi Caraibi; la Strategia Marittima e Portuale e i Servizi Idro-meteorologici nei Piccoli Stati Insulari dei Caraibi, ha citato.

La AEC, costituita il 24 luglio del 1994 in Colombia, vuole promuovere la consultazione, la cooperazione e le azioni congiunte tra tutti i paesi dei Caraibi.

Questo organismo regionale è formato da 25 Stati membri e sette membri associati.

(Traduzione GM - Granma Int.)