ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Ai cubani Martínez-Díaz manca solo una partita eliminatoria contro il Canada. Photo: Roberto Morejón

Rio de Janeiro -  Se vincere contro la copia brasiliana bronzo nei mondiali del 2015 di pallavolo in spiaggia è stata una prodezza, il colpo propinato alla coppia della Lettonia,  Aleksandrs Samoilovs e Janis Smedins, ieri martedì 9, ha lanciato i cubani  Sergio Martínez e Nivaldo Díaz in una nuovissima dimensione.
Quando questi giovani sono partiti da L’Avana per questa sede, un amico membro della delegazione mi ha suggerito di riservare uno spazio per loro perché avrebbero dato motivi di cui parlare. E riconosco la verità di quelle parole per l’allegria di coloro che simpatizzano con questi due ragazzi che ben infiammati si aprono spazi nell’ambito internazionale.
La vittoria 2-1 (23-21, 19-21,15-9) sui capaci Samoilovs Smedins, pone i cubani in una posizione favorevole per avanzare negli ottavi di finale, quando resta un solo gioco nella fase iniziale della gara, contro i canadesi Chaim Schalk e Bewn
Saxton, domani giovedì.
I perdenti lettoni giocano in coppia dal 2013 ed hanno vinto due medaglie d’oro nel Grande Slam e sono rimasti tra i primi dieci del mondo in diversi eventi in Europa.
Consultando le statistiche della partita si è visto che gli attacchi di  Nivaldo hanno viaggiato a una velocità di 96 Km. l’ora, mentre  Samoilovs tirava a  79. Non solo questo: il cubano ha cristallizzato 23  dei 30 attacchi  iniziati dei suoi 30 servizi e ne ha sbagliati solamente  due, quagliando due punti diretti.
(Traduzione GM  Granma Int.)