ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

«Mi sento come se avessi vinto una quarta medaglia olimpica»,  ha detto  il
pluri-campione di lotta grecoromana, Mijaín López Núñez, quando ha saputo d’essere stato eletto delegato diretto al  XIX Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti,  che si svolgerà nella città russa di Sochi dal 15 al 21 ottobre.
In  un incontro realizzato nella Scuola Superiore di Formazione degli Atleti di Alto Rendimento «Cerro Pelado», nella capitale, è stato reso noto che  Mijaín
è stato eletto dopo la votazione di  808 tra atleti, allenatori e lavoratori.
Il triplo campione olimpico è stato il secondo accreditato dei quattro delegati diretti  della capitale. La lista, oltre al «Cerro Pelado», la formano l’Istituto Preuniversitario Urbano Eduardo García Delgado, l’Università di Scienze Pedagogiche  Enrique José Varona e il Centro d’Ingegneria Molecolare.
«Essere eletto per il Festival mi riempie d’orgoglio»,  ha commentato alla stampa la gloria sportiva, che ha ringraziato per questo onore  chi lo ha eletto e in particolare il Comandante Fidel, Raúl e la generazione storica della Rivoluzione per le possibilità di crescita, realizzazione e specializzazione offerte ad ogni cittadino.  
La credenziale che accredita  Mijaín López come partecipante all’incontro in Russia è stata consegnata da  Yuniasky Crespo Baquero, membro del burò esecutivo del Comitato Provinciale del Partito.
Mai-Lin Alberty Arozarena, prima segretaria del comitato provinciale dell’
Unione dei Giovani  Comunisti(UJC) a L’Avana, si è congratulata con i professori e gli atleti del Cerro Pelado per i risultati che ottiene negli impegni sportivi.
«Per la provincia de L’Avana è un privilegio che questa istituzione rappresentti lo sport cubano in questo appuntamento giovanile, per l’eroicità dei suoi atleti e e le medaglie olimpiche e mondiali che in questi anni abbiamo conquistato».
Alberty ha ringraziato   Mijaín per essere un atleta che non si arrende mai, che lotta sino alla fine, ed ha ricordato le parole del Comandante in Capo, che valutava che «i buoni atleti non conoscono la stanchezza né la delusione: i buoni atleti conoscono solo la vittoria».
Erano presenti all’incontro Antonio Becali Garrido, presidente dell’Istituto
Nazionale degli Sports, Educazione Fisica e Ricreazione ; Miguel Gutiérrez
Lara, primo segretario del Partito Comunista di Cuba nel municipio
Boyeros; Yaneisy Rodríguez Sampson, membro del Buró Nazionale della
UJC e  Wilmer Lewis Calvo, direttore della Scuola Superiore di Formazione degli Atleti di  Alto Rendimiento «Cerro Pelado». ( Traduzione GM - Granma Int.)