ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Corte d’Appello  di Turku, in  Finlandia, venerdì 30 giugno ha dettato la sentenza per il caso dei giocatori di pallavolo cubani arrestati durate la Lega Mondiale della disciplina, nel 2016.
Nel mese di settembre dall’anno scorso, il tribunale di Tampere aveva condannato quattro dei cinque sportivi a cinque anni di reclusione e Luis  Sosa Sierra a tre anni e mezzo, accusati d’aver violato una donna finlandese.
I condannati avevano fatto ricorso in appello.
Venerdì 30 giugno la Corte d’Appello ha assolto uno di loro ed ha ridotto la sentenza degli altri.
Luis Sosa Sierra è stato assolto , Abraham Alfonso Gavilán condannato a un anno e tre mesi, Rolando Cepeda Abreu a due anni e sei mesi, Ricardo Calvo Manzano a tre anni e sei mesi e Osmany Uriarte Mestre a quattro anni.
Dato che Abraham Alfonso aveva già scontato più della metà della condanna, è stato liberato ed è tornato immediatamente a Cuba con Luis Sosa Sierra.
L’ Ambasciata di Cuba in Finlandia e la Federazione  Cubana di Pallavolo hanno seguito da vicino e in modo permanente questo caso ed hanno offerto tutta l’attenzione corrispondente agli sportivi. ( Traduzione GM  - Granma Int)