ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Plenum UNEAC 2017 nel teatro del Museo delle Belle Arti. Photo: Ricardo López Hevia

Il Consiglio Nazionale dell’Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba si è riunito nell’edificio dell’Arte Cubana del Museo Nazionale delle Belle Arti presieduto da  Miguel Díaz-Canel Bermúdez, primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri; Abel Prieto, ministro di Cultura, e vari dirigenti.
La riunione è stata la prima di questo tipo dell’anno in corso e la 5ª di questa struttura istituzionale.
L’incontro è stato uno spazio per presentare nell’assemblea, da parte di Miguel Barnet, presidente della UNEAC, una relazione nella quale sono state indicate le attuali rotte e le sfide  dell’organizzazione, che realizza un ruolo d’enorme importanza nell’attualizzazione e l’applicazione della politica culturale cubana.
L’occasione è stata utile per segnalare successi e debolezze nel lavoro dell’organizzazione in forma critica e autocritica e per far sì che i suoi membri esprimessero i propri criteri più incisivi sull’impegno della Uneac nei rispettivi territori. Nella chiusura Díaz-Canel ha parlato ai partecipanti.
Il  primo vicepresidente  ha riconosciuto che l’organizzazione è stata sistematica nel dare attenzione alle proposte dalla realizzazione del suo VIII Congreso e che le commissioni hanno lavorato in maniera attiva ed hanno seguito i temi principali che esistono oggi in ambito ideologico e culturale, ha indicato,  ed inoltre ha segnalato che il lavoro della UNEAC si basa su due elementi fondamentali.
«Secondo me gli elementi sono un adeguato funzionamento delle nostre istituzioni culturali. Se non c’è un funzionamento adeguato, le istituzioni si fratturano e costa poi molta fatica far sì che la UNEAC possa allora sviluppare il suo ruolo.
La miglior ideologia che si può sviluppare nella cultura è che le istituzioni in questi tempi funzionino bene e l’altro elemento in questo funzionamento è l’apporto dell’avanguardia artistica», ha detto ancora ( Traduzione GM – Granma Int.)