ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Anabel Díaz

La 26ª Fiera Internazionale del Libro, La Habana 2017, sarà inaugurata ufficialmente oggi nella Fortezza di San Carlos de La Cabaña.
L’evento, come si sa, è dedicato all’intellettuale e politico Armando Hart Dávalos, che quando ha saputo di questo meritato omaggio, ha espresso il desiderio di continuare ad essere il soldato che lui ha incarnato nella storia della Rivoluzione.
Tra le prime parole di ringraziamento per la notizia ha detto che essere martiani e fidelisti è stato per lui il solo modo per essere felice e che da quando ha avuto l’uso della ragione, quello che ha amato di più è stato lavorare con la politica e le idee.
La Fiera dedicata anche al Canadà come Paese Invitato d’Onore, sarà un’occasione opportuna per rivisitare l’opera di Hart che lui ha modestamente chiamato “le sue carte”, che con otto pubblicazioni di varie editrici cubane riassumerà sei decenni di storia al servizio della giustizia e del bene comune.  
“Non ho dovuto sopprimere nulla d’essenziale”, ha affermato il primo ministro d’educazione della Cuba rivoluzionaria, riferendosi alla revisione dei suoi testi che raccolgono il suo lavoro politico, alimentato con le essenze di José Martí e Fidel Castro, e che godono oggi di un maggiore valore epidemiologico.
 La Fiera, un evento culturale sarà una notizia quotidiana in questi giorni e tra le molte attività nel suo ambito vanno segnalati gli omaggi al leader della Rivoluzione Cubana sempre  impegnato ad apportare cultura  e libri alla portata di tutti i cubani. (Traduzione GM – Granma int.)