ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Anabel Díaz

Scrittori, librai, editori, dirigenti e pubblico, a poche ore da quando la parola d’ordine in questa capitale sarà *letteratura*, aspettano con ansia, giovedì 9 febbraio, l’inaugurazione della 26ª Fiera Internazionale del Libro, L’Avana 2017, nella  Calle de los Artilleros della Fortezza di San Carlos de La Cabaña.
Per dieci giorni la spianata sarà la sede principale di un evento che allarga i suoi spazi in altre sedi nella capitale, dove si esporranno significative proposte letterarie cubane e di notevoli scrittori di 46 paesi, il numero più alto in quanto alla presenza di altre nazioni con questo fine  in questa fiera.  
Dedicata al noto intellettuale e político cubano  Armando Hart Dávalos, e al Canada, come Paese Invitato d’Onore, la Fiera – che terminerà il capitolo de L’Avana il 19 febbraio per dispiegarsi nel resto dell’Isola e terminare il 16 aprile a Santiago di Cuba, si fa eco nell’onorare i grandi e dedicherà un colloquio e varie presentazioni di 24 titoli della collezione *90 anniversario* al Comandante in Capo  Fidel Castro, ideatore dell’evento che è giunto alla 26ª edizione.
La cultura canadese avrà un sicuro spazio nel padiglione del paese invitato d’onore, dove ogni giorno si realizzeranno presentazioni di autori e libri di questa nazione del nord,  un’opportunità per un avvicinamento alla sua letteratura.
Nella serata di gala che si terrà nel  Teatro Mella come parte dell’omaggio al Canadà, si esibirà il famoso gruppo  The Jerry Cans.
Proiezioni di films di questo paese, esposizioni, incontri con famosi intellettuali del mondo, presentazioni teatrali, artigianato, trova e poesia saranno buoni alleati in questi giorni nei quali più che mai, l’unico modo di crescere è stare in contatto permanente con i libri. ( Traduzione GM – Granma Int.)