ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
XXV Fiera Internazionale del Libro nella fortezza de La Cabaña. Photo: Yander Zamora

Il prossimo 9 febbraio s’inaugurerà ufficialmente nella Fortezza di San Carlos de la Cabaña la 26ª Fiera Internazionale del Libro de L’Avana (FILH), che resterà aperta sino al 19 di questo mese, per poi estendersi nelle province sino al 16 aprile.

Nella Fiera si presenteranno 700 novità e i quattro milioni di volumi previsti per l’occasione saranno un fatto editoriale.

Nella sala Manuel Galich de la Casa de las Américas sono stati precisati i dettagli dell’atteso appuntamento che avrà come paese invitato d’onore il Canadá e sarà dedicata al noto prolifero intellettuale Armando Hart Dávalos.

Un gruppo di personalità: Juan Rodríguez Cabrera, presidente della FILH; Aleida Acosta, direttrice della Camera del Libro; Edel Morales, vicepresidente delle Relazioni Internazionali dell’Istituto Cubano del Libro; Armando Hart, noto intellettuale e Patrick Parisot, ambasciatore del Canadà in Cuba hanno parlato di questo avvenimento culturale di massa che vive l’Isola ogni anno.

300 invitati di 36 paesi, tra i quali hanno già confermato la loro presenza a L’Avana 162 autori e 86 espositori stranieri parteciperanno, con 58 case editrici cubane e centinaia d’intellettuali cubani, alla festa letteraria che, oltre che nella sua sede principale, celebra la cultura nelle altre già abituali sedi della capitale, come la Casa de las Américas, il Centro degli Studi Martiani, la

Biblioteca Nazionale, la Uneac, la Società Culturale José Martí, tra le altre, alle quali si somma quest’anno anche il Memoriale José Martí.( Traduzione GM – Granma Int.)