ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Diciassette concerti con la partecipazione di compositori e interpreti di Spagna, Cile, Svizzera, Germania, Olanda, Serbia, Colombia, Stati Uniti, Puerto Rico e Cuba formeranno l’agenda del XXIX Festival de L’Avana di Musica Contemporanea che si svolgerà dal 12 al 20 novembre.

Nuovamente questo Forum, organizzato dalla Uneac con la collaborazione dell’ Istituto Cubano della Musica, privilegerà la promozione dei nuovi linguaggi e propizierà l’esecuzione di opere create di recenete da autori cubnai e di altre nazionalità.

Così domenica 13, nella Sala Covarrubias, il cileno Boris Alvarado, dirigerà con l’Orchestra Sinfonica Nazionale *Incisi II* , con il clarinettista Arístides Porto come solista e i pezzi *Collezione della realtà*, della messicana Diana Syrse. *Cantos de sur y norte*, della venezuelana Diana Arizmendi e *Who cares if she cries*, della brasiliana Jocy de Oliveira, per corde e voce (soprano, Laura D’ Mare).

Un’altra significativa giornata di prima mondiale sarà giovedì 17 nella Sala Lecuona del Gran Teatro de La Habana Alicia Alonso e nella Basilica Minore di San Francisco, con il colombiano Marius Díaz e i cubani Alfredo Diez Nieto (con un’opera dedicata a *Biografía de un cimarrón*, di Miguel Barnet), Juan Antonio Leyva, Juan Piñera, Magaly Ruiz, Yulia Rodríguez e Guido López Gavilán, che ha scritto una partitura per l’orchestra dei chitarre Sonatas Habaneras, fondata da Jesús Ortega.

Si presenteranno anche per la prima volta realizzazioni di Jorge Garciaporrúa, Jorge López Marín, Orlando Jacinto García, Maureen Reyes, Ariadna Amador, Marcos Badía, Daniel Toledo, Brenda Lorenzo, Yalil Guerra ed Ernesto Oliva.

Per la chiusura di domenica 20, nella sala Covarrubias è prevista la presentazione mondiale di *Alicia*, cantata in sette quadri, di Ailem Carvajal, con la partecipazione del coro Diminuto, diretto da Carmen Rosa López, e con il maestro Roberto Valera in qualità di narratore. ( Traduzione GM - Granma Int.)