ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Xavier Sabata (Spagna), uno dei più celebri controtenori della nostra epoca. Photo: Pedro de la Hoz

Un’esperienza unica sta per cominciare: il Festival Controtenori del Mondo.

Probabilmente non era stata mai concepita a scala internazionale un’agenda più completa attorno a questo registro vocale come quella che inizia oggi e che durerà sino all’8 ottobre, proposta dal maestro Leo Brouwer al pubblico cubano.

Voci privilegiate, interpreti d’eccellenza, hanno risposto alla convocazione del compositore, chitarrista e direttore che parteciperà all’inaugurazione di oggi nel teatro  Karl Marx, dedicata al 260º anniversario della nascita di Wolfgang
Amadeus Mozart.

In “Umorismo con classe”, come si chiama lo spettacolo, interverranno gli attori  Osvaldo Doimeadiós, Rigoberto Ferrera e Kike Quiñones, i cantanti Frank Ledesma, Lesby Bautista, Eduaredo Sarmiento, Laura de Mare e Marcos Lima, la ballerina Gabriela Burdsall, i pianisti Harold López Nussa, Gabriel Chorens, Isabel Mesa,  Rodrigo García e l’Orchestra da Camera de L’Avana.

I concerti dei controtenori invitati si terranno nel teatro Martí.

Aprirà il ciclo il polacco Artur Stefanowicz, sabato 1º ottobre, con un programma a base di opere di Mozart, con l’italiano Nicola Porpora; domenica 2 la programmazione proseguirà con il canadese Daniel Taylor, in compagnia del suo compatriota, il pianista Steven Philcox e con il soprano nordamericana Yulia van Doren.

Lunedì 3 sarà in scena lo spagnolo Xavier Sabata,  che in un messaggio agli organizzatori ha dichiarato che: “È un onore e una fortuna poter partecipare a questo incontro unico e tanto moderno”.

Martedì 4 e mercoledì 5,  il Festival si sposterà nella Sala Teatro del Museo Nazionale delle Belle Arti, dove canteranno il portoghese Manuel Bras da Costa e l’italiano Riccardo Ángelo Strano.

Giovedì 6 canterà nel Martí il nordamericano Darryl Taylor, e il giorno dopo  il brasiliano  Rodrigo Ferreira.

La chiusura, sempre nel palcoscenico di Dragones e Zulueta, la notte di sabato   8, sarà dedicata al 140º anniversario della nascita del compositore spagnolo Manuel de Falla, con un programma che comprenderà l’interpretazione di  “Sette canzoni  popolari spagnole”, per voce e orchestra e “ Concerto per chiave, flauto, oboe, clarino, violino e violoncello, con la direzione del maestro Leo Brouwer.

Uno dei focus d’interesse dell’evento sarà il Secondo Concorso di Controtenori, per  stimolare i giovani cantanti  che si effettuerà dal 4 al 6 ottobre con prove che comprendono partiture di Mozart, Porpora, Falla, Takemitsu, e canzoni inglesi  e francesi.

I premiati si conosceranno il giorno 6 nel Teatro delle Belle Arti.

I maestri invitati, durante tuta la settimana impartiranno lezioni e scambieranno esperienze con cantanti e musicisti in seminari che si svolegeranno nella sede della Società Naturale della Catalogn, nella Basilica Minore di San Francesco e nel CentroIspanoamericano di Cultura.

In quest’ultima istituzione si proietteranno  audiovisivi, tra i quali il documentario  “René Jacobs tra rigore e fantasia”, l’opera “La Calisto”, di Francesco Cavalli e l’opera “La coronazione  di Poppea”, di Claudio Monteverdi.

Leo Brouwer,  con la sua compagna  Isabelle Hernández, direttrice  generale del Festival, dialogheranno nel club Sottomarino Giallo, venerdì 7 ottobre, nel pomeriggio, su una voce singolare dell’ambito pop, il nordamericano Michael Jackson.

Quando si chiuderà il sipario del teatro Martí, il Festival si trasferirà alla Fabbrica d’Arte Cubana, a pochi metri dal ponte di ferro sul fiume Almendares,  con una festa rave (musica elettronica dal vivo) con sonate mozartiane.  
Dopo la realizzazione di grande successo dei Festival di musica da Camera,  l’anno scorso di “La voce umana”, Leo ha tracciato le coordinate di “Controtenori  del Mondo” con queste parole: “Disegniamo un evento di concetto integratore, inclusivo, totalmente spregiudicato, trasgressore per la sua natura senza clichè, dove la musica come epicentro convive con altre arti di scena, pittura, scultura e lettere. Estendiamo la visione per offrire diversità da una riflessiva selezione di repertori.

CONTROTENORE

Voce maschile più acuta di quella del tenore, situata nel registro di quella  della contralto.  Si tende ad applicare il nome a qualsiasi voce maschile che sia più elevata di quella del tenore, anche se non è corretto nemmeno tra i controtenori diciamo “puri”, perchè ci sono differenze sottili.

Non si deve assolutamente confondere con quella del castrato,anche se in certi livelli di tessitura le frequenze sono coincidenti.

Il suono della voce del controtenore è il risultato di un lavoro sulle frequenze acute del suo registro dal punto di vista timbrico  e si situa tra il soprano e la contralto  femminili.

Il suo spettro è ben chiaro e penetrante, dotato di purezza strumentale. (Traduzione GM – Granma Int.)