ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L’Editrice dell’Impresa di Tecnologia dell’Informazione e Servizi Telematici avanzati, Citmatel, ha appena annunciato d’aver inserito nuovi titoli audiovisivi al suo catalogo di prodotti multimedia, con CD, DVD, audiovisivi, e-book e scaricabili nel suo Bazar Cuba nelle rete delle reti.
Questo commercio elettronico apre la possibilità d’acquistare via internet una gran quantità di prodotti cubani e, come indica il sito web, i prodotti multimedia raggruppati in otto serie telematiche ricevono un’eccellente accoglienza.
L’Editrice (www.editorialcitmatel.com) è uno dei prodotti offerti dall’Impresa di Tecnologia dell’Informazione e Servizi Telematici Avanzati (Citmatel) fondata nel 1999 e appartenente al Ministero di Scienza, Tecnologia e Ambiente.
Tra i nuovi prodotti in formato ebook, “Tutto di Cuba”, un’enciclopedia con informazioni di cultura, musica, sport, religione e altri aspetti dell’Isola,  e “Cucina cubana:  cinque secoli di tradizioni”, con più di  500 ricette.
Nel catalogo con la serie Storia e Cultura, con 60 materiali, s’incontrano titoli come “Percorra Cuba” e con gli ebooks “Capablanca il Re”,  “Un paradiso nei Caraibi”, e “Luoghi per immersioni subacquee”.
È speciale lo spazio dedicato al leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, in omaggio al suo 90º anniversario, con altri audiovisivi: “Fidel è Fidel” e “Fidel la storia non raccontata”, della statunitense Estela Bravo.

La storia non raccontata e altri materiali

Estela Bravo, che ha diretto più di 50 documentari, tra i quali  “Operazione Peter Pan”, che narra il dramma vissuto dai bambini cubani inviati da soli negli Stati Uniti nel 1962 e 1963,  in un’operazione della CIA, e “Chi sono io?”, in cui si racconta dei bambini nati in prigionia durante l’ultima dittatura in Argentina, vive a L’Avana da 40 anni circa con il marito Ernesto Bravo, prestigioso biochimico argentino.
Uno dei classici di Estela è “Fidel la storia non raccontata”, iniziato con la raccolta di materiali nel 1996 e presentato per la prima nel 2001.
La regista ha ottenuto  originali interviste con Fidel e numerosi materiali d’archivio, e permette di vedere il Comandante in una luce più intima, nuotando con le guardie del corpo, in visita nella sua casa natale, conversando amichevolmente con Nelson Mandela o festeggiando il suo compleanno, il 13 agosto, con il famoso Buena Vista Social Club.
Estela per realizzare la storia, dà la parola a familiari e amici vicini, come Gabriel García Marquez,  personalità come Alice Walker, Sidney Pollack, Ted Turner, Muhammed Alí, Harry Belafonte e Rasey Clark…  
In 91 minuti Estela è riuscita a sorprendere lo spettatore con una sorta di finestra su aspetti più personali e poco noti della vita di Fidel.
La Bravo ha commentato che, terminato “Fidel la storia non raccontata”, aveva molto materiale inedito e temeva che si perdesse per l’umidità e i formati.
La soluzione? Altre tre documentari eccezionali: “Fidel e Mandela”,  “Aneddoti di Fidel” e “Conversando con García Marquéz”.  
Tutti  contengono testimonianze d’incalcolabile valore, arricchiti con fotografie inedite o poco conosciute e sequenze singolari.
Una breve occhiata al Bazar Cuba in Internet permette di avvicinarsi a diversi prodotti cubani.
Gli auodiovisivi che offre sono della massima qualità e “Fidel, la storia non raccontata” di  Estela Bravo lo conferma. (Traduzione GM - Granma Int.)