ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La Ministra d’Educazione ha consegnato riconoscimenti speciali a un gruppo di professionisti con una carriera eccellente nel settore.

Ena Elsa Velázquez Cobiella, Ministra d’Educazione, ha presieduto a Las Tunas la cerimonia per il Giorno dell’Educatore, divenuto uno spazio d’omaggio e d’impegno, con l’obiettivo di elevare la qualità del processo docente.

Personalità con una carriera eccellente nel nobile compito d’educare, hanno ricevuto dalle mani delle principali autorità della provincia e della stessa titolare del settore, la Medaglia José Tey, assegnata dal Consiglio di Stato, la Distinzione Cubana concessa dal Ministero d’Educazione (Mined) e il diploma “Maestro per la Patria”. Anche i giovani universitari che realizzano l’impegno Impacto, e che insegnano in varie scuole della provincia, hanno ricevuto un omaggio.

Las Tunas mostra risultati che l’hanno piazzata tra i tre territori più meritevoli nel paese. Tra i risultati più significativi, l’elevato indice di promossi negli esami d’ingresso all’università, il lavoro con allievi che necessitano un’educazione speciale, la garanzia di continuità degli studi a cento per cento ai diplomati nelle scuole dell’obbligo e l’esistenza di due scuole pedagogiche, che preparano i futuri educatori.

Parlando ala stampa, Ena Elsa Velásquez Cobiella ha affermato che Las Tunas è una provincia che è avanzata molto nel settore dell’educazione.

Prima di tutto per i passi fatti per la preparazione dei maestri, un elemento indispensabile per consolidare gli adeguamenti del sistema d’educazione e tutti i processi che avvengono nella scuola.

Las Tunas ha professori di riserva ed è significativo anche che il 90% degli insegnanti guida nella scuola media lavorino con un solo gruppo, perchè questo permette un’attenzione personale degli studenti e un contatto più diretto con le famiglie.

La Ministra ha detto, parlando della giornata d’omaggio agli educatori cubani, che la cosa più importante non sono le cerimonie ma le attività più semplici che si svolgono nelle scuole, perché il miglior riconoscimento a un maestro è quello che si realizza nel suo scenario più vicino.

Il Ministero, con il Sindacato Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione, la Scienza e lo Sport, hanno implementato iniziative con l’obiettivo di stimolare i maestri, i pensionati che lavorano di nuovo e quelli che sono giunti all’età della pensione e sono sempre attivi, ed altre personalità che in un modo o in un altro si vincolano al settore.

La ministra d’Educazione ha poi affermato che l’essenza del sistema d’educazione cubano si sostenta nei maestri e che per il nuovo anno è necessario che queste donne e questi uomini siano preparati e impegnati e continuino ad accompagnare la Rivoluzione. (Traduzione GM - Granma Int.)