ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Yander Zamora

La Sala Nicolás Guillén della Fortezza di San Carlos de la Cabaña ha accolto ieri pomeriggio la gala inaugurale della 24ª edizione della Fiera Internazionale del Libro (FIL), che oggi apre i battenti al pubblico e durerà nella capitale sino al 22 febbraio, per poi proseguire il suo periplo per tutte le province dell’Isola.

L’inaugurazione del più importante evento culturale di Cuba ha contato sulla presenza del primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez; di Esteban Lazo, membro del Burò Polìtico del Partito e Presidente dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare; Mercedes López Acea, vicepresidentessa del Consiglio di Stato, membro del Burò Politico del Partito e Prima Segretaria del Partito de L’Avana; Julián González Toledo, ministro di Cultura; Abel Prieto, assessore del Presidente; Miguel Barnet, presidente dell’Unione degli Scrittori e gli Artisti di Cuba; gli Eroi della Repubblica Antonio Guerrero, Gerardo Hernández e Ramón Labañino, scrittori, artisti e intellettuali nazionali e stranieri.

“È un grande onore per l’India essere il primo paese asiatico invitato a questa Fiera del Libro, che conta sulla partecipazione di intellettuali di 35 nazioni”, ha dichiarato a nome del suo paese Ravindra Singh, Segretario di Stato per la Cultura dell’India. “Durante la Fiera i cubani interagiranno con la diversità culturale dell’India”, ha affermato il funzionario.

“Sono tredici le case editrici presenti con 27 titoli della letteratura indiana in spagnolo e sono in vendita circa centomila volumi”, ha aggiunto.

“La Fiera riafferma la sua volontà di dialogo interculturale”, ha detto Zuleica Romay, presidentessa del Comitato Organizzatore della FIL, le cui parole hanno inaugurato ufficialmente uno degli eventi letterari più importanti dell’America Latina.

“Artisti, editori e intellettuali indiani giungono a questa Fiera per nutrire il nostro spirito con il loro sapere ancestrale”, ha affermato ancora Zuleica Romay parlando dello scambio culturale con l’India, ed ha ringraziato non solo la presenza del delegazione del paese invitato d’onore e la partecipazione di Antonio, Gerardo e Ramón.

“Circa 850 novità editoriali e più di cinque milioni di volumi”, ha informato la Romay, sono a disposizione dei lettori di questa fiera che in questa occasione è dedicata agli scrittori Olga Portuondo Zúñiga, Premio Nazionale di Scienze Sociali e Umanistiche 2010, ed a Leonardo Acosta, Premio Nazionale di Letteratura 2006 e Premio Nazionale di Musica 2014.

Per allietare la cerimonia d’inaugurazione il gruppo di danza folclorica Rajastan dell’India ha offerto un’ esibizione a cui sono seguiti omaggi con audiovisivi e musica dedicati all’ opera di Olga Portuondo e Leonardo Acosta. (Traduzione GM - Granma Int.)