Effettuata la riunione del Consiglio di Stato › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Consiglio di Stato Photo: Estudio Revolución

Il Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha presieduto, venerdì 31 maggio, nel Palazzo delle Convenzioni, la riunione del Consiglio di Stato che ha analizzato, tra vari temi, il rapporto finale del processo delle elezioni politiche nel paese (2017-2018) e la proposta d’una commissione incaricata di elaborare e presentare il progetto di Costituzione della Repubblica.
In un primo momento  Díaz-Canel ha condiviso con i membri del Consiglio di Stato un gruppo di decisioni riferite al funzionamento e all’organizzazione dello Stato e del Governo, adattate in maniera collegiata, che rispondono a vari orientamenti del Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz.
Parlando dell’Assemblea nazionale del Potere Popolare il Presdiente ha segnalato il proposito di rinforzare la funzione legislativa di questo organo, perfezionare il lavoro delle sue commissione, mantenere le visite alle province, stringere il vincolo dei deputati con gli elettori e continuare a dare un seguito alle proposte della popolazione.
Ugualmente ha parlato del lavoro dei Consigli di Stato e dei Ministri, della periodicità delle loro riunioni e del piano dei temi da analizzare in queste.
Alina Balseiro Gutiérrez, presidente della Commissione Elettorale Nazionale, ha presentato ai membri del Consiglio di Stato il rapporto finale del recente processo delle elezioni generali ,che ha definito “un successo del popolo”, al quale hanno partecipato 193.000 autorità elettorali, più di 15.000 giovani come collaboratori e 130 supervisori con un comportamento etico e l’assoluto rispetto della legge.
La Presidente della Commissione Elettorale Nazionale ha segnalato che nonostante le insufficienze che si sono verificate in luoghi puntuali del paese, il processo delle elezioni 2017 - 2018  è stato decisamente superiore a quelli realizzati precedentemente.
Per il perfezionamento dei futuri processi, la Commissione Elettorale Nazionale ha proposto un gruppo di raccomandazioni alle quali attualmente lavora il Consiglio di Stato.
Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha valutato che il processo elettorale è stato un successo realizzato con qualità e organizzazione, ed ha mostrato l’appoggio alla Rivoluzione nel mezzo di uno scenario complesso marcato da costanti piani di sovversione.
Inoltre ha insistito che si deve far tesoro dell’esperienza organizzata realizzata durante le elezioni, per sviluppare prossimamente il processo di riforma costituzionale dell’Isola, soprattutto per ciò che si riferisce alla sua informatizzazione e la preparazione del personale coinvolto.
Durante la riunione è stata fatta la proposta di una commissione incaricata di elaborare e presentare il progetto di Costituzione della Repubblica di Cuba composta da 33 membri, nella quale sono rappresentate tutte le organizzazioni di massa, i differenti settori della società cubana, le strutture di governo e amministrative dalla base.
La commissione è stata sottoposta sabato 2 giugno all’approvazione dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, per iniziare il processo di riforma costituzionale. ( GM – Granma Int.)