ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Uno dei programmi prioritari del “balcone d’oriente” ( Las Tunas) è stimolare e fomentare il lavoro dei poli produttivi che garantiscono la sostenibilità alimentare, ragione per cui il più grande di questi poli, il  Melanio Ortiz, nel municipio Jobabo, è stato scelto per realizzare nel territorio la convocazione della Centrale dei Lavoratori  dei Cuba ai suoi membri, per la celebrazione del Primo Maggio.
Far sì che aprile sia un mese con elevati risultati di produzione, è uno degli obiettivi dei sindacalisti di Las Tunas che arricchiranno le prossime giornate sino alla data citata, con lavori produttivi e altri importanti impegni.
Inoltre parteciperanno attivamente a quello che il territorio ha denominato Operazione 65º Anniversario, destinata alla rivalutazione di un gran numero d’opere sociali in saluto al 26 di Luglio.
Il ruolo dei giovani come fedeli continuatori dell’opera rivoluzionaria, pilastri indispensabili nei risultati dei sindacati, sono molto impegnati in questi giorni nei quali si lavora per la costituzione dei distaccamenti del XXI Congresso della CTC, che compiranno importanti missioni sociali.
L’appoggio totale al socialismo che sosteniamo e innalziamo, si respira nei gruppi di lavoratori  del “Balcone dell’Oriente”, che riconoscono nel Primo Maggio e nel prossimo Congresso dell’organizzazione due motivazioni essenziali per perfezionare il funzionamento delle strutture dalla base e per elevare i risultati in dipendenza dell’oggetto sociale delle entità.
Yuneisy Pérez Peña, dirigente sindacale dell’Unità delle Imprese di Base Confezioni Melissa di Las Tunas,  entità che è stata per due anni consecutivi avanguardia nazionale, lo ha sostenuto.
«Quest’anno abbiamo la grande responsabilità di aprire il blocco dell’Industria Leggera e lo faremo. Abbiamo molte ragioni per celebrare il Primo Maggio e giungeremo a questa data come sino adesso, con i nostri indici realizzati.
Noi vediamo il XXI Congresso come un evento essenziale per discutere con forza le preoccupazioni dei nostri lavoratori ed esporre i problemi e le prospettive del lavoro sindacale nella Cuba di oggi.  Il cammino è tracciato e in un momento di congiuntura per il futuro del paese e per la sostenibilità del socialismo,  la CTC si riafferma come organizzazione di avanguardia della nostra società». ( GM – Granma Int.)