ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il funerale di Frank País e di Raúl Pujols divenne una manifestazione del popolo combattente. Photo: Carlos Morales

SANTIAGO DI CUBA.– Fidel lo aveva definito  «il  più coraggioso, il più utile, il più straordinario dei nostri combattenti».
Frank País García ha ricevuto con il suo fedele compagno di lotta Raúl Pujol Arencibia, l’omaggio dei santiagheri nel 60º anno del loro vile assassinio, ieri 30 di luglio, data divenuta il Giorno dei Martiri della Rivoluzione.
Como è tradizione, migliaia di lavoratori, studenti e popolo, hanno percorso  ieri pomeriggio  il tratto dal Parco Céspedes al cimitero  Santa Ifigenia, realizzando la processione che sfidando la soldatesca del regime, accompagnò i feretri dei due eroici combattenti clandestini, gridando slogan rivoluzionari e condanne della tirannia.
È stata posta davanti alla tomba di Frank, di suo fratello  Josué e dei loro genitori di una corona speciale  di fiori a nome del popolo di Cuba, e successivamente nell’area delle cerimonie del cimitero, si è svolta una manifestazione politica.
Il primo omaggio della mattina si è svolto nel  Callejón del Muro, il luogo dove Frank fu vigliaccamente colpito a mitragliate dai sicari della dittatura di Batista. Anche lì sono state offerte corone di fiori del popolo di Cuba.
Dopo il momento culturale che ha compreso una rappresentazione dei fatti avvenuti in quel tragico pomeriggio, le autorità del Partito e del Governo, con la popolazione presente, hanno marciato sino alla Placita de los Mártires , accompagnati dalla Banda di Musica dell’Esercito Orientale.
In quel luogo dove si riunivano abitualmente i giovani, è stata posta una corona di fiori a nome del popolo di cuba e un gruppo di nuovi militanti del PCC e della UJC hanno ricevuto le loro tessere. (Traduzione GM – Granma Int.)