ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Andare in spiaggia è una condizione sine qua non a Cuba. È una calamita poderosa quando il sole scotta e là c’è il mare, alla portata di tutti, e come ha scritto il poeta Nicolás Guillén, aperto e democratico…

Anche se alcuni fuori dall’Isola si stupiscono perchè Cuba è un’eterna estate, per i suoi abitanti luglio e agosto sono i veri mesi estivi.

Da qui inizia ufficialmente l’estate che, come ha detto l’altro poeta, l’ecuadoriano Jorge Enrique Adoum, «pone il suo colore tranquillo su tutte le cose…».                                  

Ma l tranquillità non è la qualità desiderata per le vacanze e ogni anno oltre a divertirsi e rinfrescarsi nelle bellissime spiagge i cubani, tutti, ci facciamo diverse domande, e sicuramente due : Che fare? Dove andare?

La realtà è che le istituzioni culturali offrono numerose possibilità, chiaramente al di là del sole e del mare, programmi intensi che possono dare risposte a questi interrogativi.

Le proposizioni generali, varie e attraenti aiutano a selezionare altri settori della ricreazione e sono pensate per intrattenere nel più ampio aspetto.

Tutto è cominciato con la prima di Didone ed Enea del compositore inglese Henry Purcell, una delle opere più importanti del barocco, inaugurata a Londra nel 1689. Anche se presenta tre atti è un’opera breve, con una durata di circa un’ora e un tema attraente: gli amori della leggendaria Didone, regina di Cartagine e del principe troiano Enea.

Va ricordato che il Lamento cantato da Didone al morire «When I am laid in earth», è uno dei momenti più belli e celebri nella storia dell’opera.

Nel mese di luglio gli artisti cubani e nordamericani sono stati i protagonisti nel Gran Teatro de L’Avana Alicia Alonso, della prima in Cuba di Didone ed Eneain una coproduzione del Teatro Lirico Nazionale, la Florida State University e il Balletto Nazionale di Cuba.

La maestra francese Nathalie Marin ha avuto l’incarico della direzione musicale e la cubana Corina Campos della direzione del coro. Tutto un avvenimento culturale. Seguendo la rotta della musica, che non può mancare, l’Orchestra Sinfonica Nazionale ha ripreso le sue presentazioni domenicali abituali nella Sala Covarrubias del Teatro Nacional.

Il primo concerto estivo è stato diretto precisamente dalla francese Nathalie Marin, con un interessante programma e con la partecipazione del pianista cubano Harold Lopez Nussa per interpretare il Concerto in sol per piano e orchestra di Ravel. Il programma ha incluso il Preludio del 3º atto del Lohengrin, di Richard Wagner e la Suite del Sogno di una notte di mezza estate di Félix  Mendelsshon.

La musica popolare ballabile ha aperto l’estate con la qualità che merita: uno spettacolare concerto nel Salone Rosado de la Tropical della grande banda del son Haila Maria Mompié, nel quale ha presentato la sua settima produzione discografica Haila, Donna d’Acciaio.

Il CD, il cui titolo è lo stesso di una canzone che il cantante e compositore Issac Delgado regalara a Haila, conta con altri dieci temi, tra i quali Santiago, mi Santiago, De donde vengo, El susto e la conga Para que llorar, selezionata come la canzone che rappresenterà il Carnevale avanero quest’anno.

Haila, una delle migliori voci femminili dell’Isola, sta celebrando 25 anni di carriera e conta con un immenso pubblico, che canta le sue canzoni e balla con la sua musica.

LA PASSIONE DEL CINEMA

Come sanno i nostri lettori, i cubani sono grandi appassionati di cinema e la programmazione estiva è ben presente in questo. L’Istituto Cubano d’Arte e Industria Cinematografiche (ICAIC) presenta più di 30 cicli dedicati a differenti temi, generi, nazionalità e stili.

Due cicli sono una messa a fuoco della cinematografia dell’Isola: «Daysi, Eslinda, Mirtha, Beatriz, Isabel. Dive del cinema cubano» e«Amori impossibili (difficiles) alla cubana» e altri universali come «Michael, di cognome Moore, un tipo imperfetto»; «Seduzione e infortunio: Marilyn Monroe», o «Almodóvar: segreti e intrighi».

In totale nel Festival dell’Estatesi proiettano 175 films ai quali si sommano quelli presentati dalla Cinemateca, con altri cicli molto attraenti come quello che include tutte le pellicole dei fratelli Cohen; Bette Davis vs. Joan Crawford en el ring, sommando la VII Settimana del Cinema Argentino, che apre con il film Kóblic, che ha come protagonista il premiato e popolare Ricardo Darín.

Le bambine e i bambini hanno un trattamento speciale.

La Televisione Cubana ha cominciato a trasmettere una nuova serie di animati con dieci capitoli di 50 secondi ognuno e con la tecnica di animazione 2D, realizzata con la direzione degli Studi d’Animazione del ICAIC.

Intitolata Cuba, la primera vez, dello scrittore Omar Felipe Mauri, la serie raccoglie curiosità storiche come la prima volta che è stato scritto il nome di Cuba, la prima vendita di ghiaccio, la fondazione di Baracoa, la prima carica al machete nella guerra d’indipendenza e il primo gioco di baseball.

Gli Studi d’Animazione del ICAIC presentano anche il titolo Tutu, una serie di 52 capitoli prodotti con la Spagna. Tutu è «avventuroso, divertente e soprattutto curioso, dice la sinopsi. Un piccolo canguro…con i suoi amici Rafa, una giraffa coi pattini; Nina, una pulde inquieta e simpatica, e Linda, una pecorella che vive agganciata al suo tablet».

SCOPRIRE NUOVAMENTE L’AVANA

Disegnata ugualmente per i mesi di luglio e agosto ritorna Rutas y Andares nella sua 17ª edizione, un invito dell’Ufficio dello Storiografo della Capitale con la famiglia cubana e i suoi visitatori per scoprire i segreti della zona più antica de L’Avana.

Katia Cárdenas, direttrice della gestione culturale dell’Ufficio dello Storiografo ha dettagliato a proposito di quanto è stato preparato, che sono tre le rotte dedicate ai musei e comprendono Il Museo Napoleonico, quello della Città, la Casa degli Orafi, quello di Obrapia, il Convento di San Francisco, il Museo delle carte, della Ceramica, e l’Arca Teatro Museo della marionetta.

In occasione del 80º anniversario dell’emblematico quadro Guernica, di Pablo Picasso, precisamente nel Museo per l’Interpretazione delle relazioni Cuba-Europa, già Palazzo del Segundo Cabo, è stata riservata una rotta speciale «che indagherà nel contesto storico sociale, l’opera stessa e il suo autore».

Tra gli Andares, la Cárdenas ha indicato quello denominato L’impronta africana nella cultura cubana, in cui i partecipanti si avvicineranno alle case - tempio del municipio di Regla nel Andare per i cortili coloniali, e per gli altari del quartiere cinese.

Il XXI secolo giunge al Centro storico de L’Avana, Patrimonio dell’Umanità, con novità per gli adolescenti e i giovani: l’ Andare Speciale Contigo Somos +, che appartiene al progetto A + spazi adolescenti, che utilizza le nuove tecnologie informatiche e di comunicazione, per scoprire José Martí adolescente per le strade de L’Avana, grazie ad un’applicazione con lo stesso c nome.
È necessario avere un dispositivo cellulare con sistema operativo Android, e scaricare così l’applicazione da un punto Wifi abilitato nella Direzione di Gestione Culturale, ma per coloro che non lo posseggono, sono stati disposti cellulari in momenti determinati.

AQUELARRE 2017

Con il lemmaIl buon umorismo va forte!, i teatri della capitale Karl Marx, Raquel Revuelta e Mella, come la sala Adolfo Llauradó e il Centro Culturale Bertolt Brecht hanno accolto il Festival Nazionale dell’Umorismo Aquelarre 2017, dedicato alla corrente di costume del paese con omenaggi allo scrittore Onelio Jorge Cardoso, al poeta Jesús Orta Ruiz (l’Indio Naborí) e a Chanito Isidrón, specialista nel punto cubano.

Il direttore del Centro Promotore dell’Umorismo, organizzatore dell’evento, Luis Enrique (Kike) Quiñones, ha commentato che si è pensato a un programma vario con presentazioni di libri, mostre di audiovisivi, eventi teorici e numerosi spettacoli, tra i quali ha raccomandato le opere Súper Banda Clown, di Teatro Tuyo; Amores Ridículos, Grupo 40 Megas e il monologo di Carlos Gonzalvo, Retrato de Familia

Se c’è umorismo ci sono i pagliacci e arriva il circo.

Artisti di 16 paesi hanno partecipato alla XVI edizione di Circuba 2017, nel Tendone Trompoloco e nella Sala Avellaneda del Teatro Nacional.

Tra i numeri piùaffascinanti erano annunciati: la Troupe Kuznetsovs della Bielorussia, con giochi d’equilibrio; il Duo Vitalys del Perù e l’Accademia Statale del Circo del Vietnam nella specialità di bambù aereo e contorsioni.

Da Cuba ha chiamato l’attenzione il noto duo Sisto e Lucía, con il cambio rapido dei costumi e abilità di giocolieri ed equilibrismi della Compañía Havana.

Un altro spazio essenziale nell’estate è la Fiera della Cultura Cubana Arte a La Rampa, che è giunta alla sua 18ª edizione. Organizzata dal Fondo Cubano dei Beni Culturali (FCBC) e dall’Associazione Hermanos Saíz (AHS), si realizza nel Padiglione Cuba sino al 3 settembre.

La parte commerciale, soprattutto artigianato, abiti, bigiotteria in 68 stands nel mese di luglio e in altri 68 completamente differenti in agosto, si vincola all’ ampio programma artistico concepito con la presentazione di dischi, libri, conversazioni e concerti

Il programma delle vacanze è iniziato a L’Avana con La Notte dei Libri per tutta la centrale calle 23 sino al Malecón, con tende nel parco El Quijote, e la gelatería Coppelia.

Le giornate estive in Cuba sono iniziate e continueranno sino alla fine d’agosto, come si può apprezzare con molto più che sole e mare, facendo avvertire un’estate colta e divertente. ( Traduzione GM – Granma Int.)