ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Lázaro Expósito (a destra) e Antonio Moltó, hanno guidato gli omaggi a Martí nel Giorno della Stampa cubana. Photo: Eduardo Palomares

Santiago di Cuba - A 125 anni da quel 14 marzo del 1892, nel quale uscì il giornale  Patria, per unire e preparare i cubani alla necessaria guerra di liberazione, i giornalisti della  Cuba libera e rivoluzionaria di oggi hanno aperto a Santiago di Cuba, davanti a Martí e a Fidel il cammino verso il X Congresso dell’Unione dei Giornalisti di Cuba, (UPEC), che si realizzerà il prossimo anno.
“A José Martí, Apostolo dei  giornalisti cubani”, si leggeva sul nastro della corona di fiori collocata ai piedi della nicchia nel Mausoleo eretto all’Eroe Nazionale, che custodisce i suoi resti.
Con un fiore nelle mani, ognuno dei presenti ha inviato il più profondo messaggio d’amore all’invitto Comandante in Capo, davanti alla pietra tombale che custodisce le sue ceneri.
“Questo è solo una guida, una sorta d’appello, d’identificazione del campo d’azione che abbiamo davanti nell’urgente impegno d’assumere il giornalismo più critico, più profondo e analitico che il nostro popolo reclama”, ha detto dopo l’offerta di un fiore, il presidente della UPEC, Antonio Moltó Martorell.
“Era necessario venire a Santiago di Cuba, di fronte ai nostri due grandi paradigmi di giornalisti, patrioti ed eroi, per lasciare ben chiaro nel proclama di oggi verso il Congresso che si realizzerà nel 2018, la nostra fedeltà a un giornalismo pulito, veramente creatore, dedicato a servire i nostri compatrioti”, ha detto ancora.  
Precedentemente, prima del termine della giornata per il Giorno della Stampa Cubana nella nazione, effettuata nel Salone delle Vetrate in Piazza della Rivoluzione, Maggiore Generale Antonio Maceo Grajales, diffondendo il proclama,  Moltó Martorell ha indicato la sfida che, con l’esigenza della società cubana, è compresa negli scambi culturali e tecnologici del mondo.
Nella cerimonia presieduta dai membri del Comitato Centrale Lázaro Expósito Canto e Beatriz Jhonson Urrutia, primo segretario del Partito e presidente dell’organo di governo, rispettivamente nella provincia, con la presenza di vari Premi Nazionali di Giornalismo  José Martí, è stato elogiato il lavoro di un gruppo di professionisti della città orientale. ( Traduzione GM – Granma Int.)