ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Nel policlinico Félix Pena, Machado ha parlato brevemente con alcuni pazienti. Photo: Jorge Luis Merencio

San Antonio del Sur (Guantánamo) – “Gli agricoltori di Guantánamo devono dare una forte risposta produttiva per compensare, com’è possibile, i danni provocati dall’uragano Matthew”, ha detto José Ramón Machado Ventura, secondo segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, nella sua visita di sabato 15 in questo municipio, nel suo percorso per Baracoa e Maisí.

Israel Rodríguez Mengana, presidente del Consiglio di Difesa Municipale, loha informato sui danni provocati dal ciclone e sui passi avanti nel recupero. Machado ha commentato che prima della devastazione delle coltivazioni di banane e altro si devono seminare rapidamente coltivazioni a ciclo corto, come fagioli, boniato, zucca, mais e altro.

Poi ha segnalato che con quelli provocati alla coltivazione delle banane, i danni al caffè, al cacao e al cocco sono stati enormi ed ha chiamato a collaborare con premura e d efficienza per la loro ripresa, perchè queste coltivazioni sono alla base dell’economia della provincia e di migliaia di famiglie in montagna.

Nel caso particolare della valle di Caujerí ha puntualizzato che non si può smettere di produrre nemmeno un solo pomodoro, prodotto seminato in diversi ettari. Si pianifica di seminarne 669 ettari, con la strategia d’estendere l’impegno sino alla fine di dicembre e poi seminare parte dell’area con radici scoperte, di fronte ai danni provocati alle piante in sviluppo nelle case di crescita.

Machado, vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, ha vistato il policlinico Félix Pena Díaz, a Puriales de Caujerí, dove ha parlato con i dirigenti e i pazienti ed ha poi osservato i lavori di recupero del ponte danneggiato dal Matthew, opera già quasi terminata. (Traduzione GM – Granma Int.)