ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il Generale d’Esercito ha partecipato al Consiglio della Difesa Provinciale di Guantánamo realizzato a Baracoa, al quale hanno partecipato vari ministri e dirigenti nazionali e locali. Photo: Estudio Revolución

Baracoa, Guantánamo – Sabato 8, il Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Presidente del Consiglio di Difesa Nazionale,  ha partecipato a una riunione di lavoro nella quale i ministri e altri dirigenti presenti, hanno esposto dettagliatamente le principali azioni che sono state realizzate durante la tappa di recupero, dopo il passaggio  di Matthew.
Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri che si trova nell’Oriente dell’ Isola da prima dell’entrata di Matthew, durante l’incontro ha analizzato e adottato varie decisioni vitali per questo momento del recupero.
A Baracoa Raúl ha constatato che i danni più significativi riguardano  le abitazioni, per cui il Governo rivoluzionario ha stabilito un gruppo di misure con l’obiettivo d’alleviare le perdite dei danneggiati.
Raúl è stato accompagnato in questa riunione dal generale di corpo d’esercito Ramón Espinosa Martín, viceministro delle Forze Armate Rivoluzionarie, e da Lázaro Expósito Canto, presidente del Consiglio della Difesa Provinciale di Santiago di Cuba, che ha trasmesso ai presenti le esperienze vissute nella vicina provincia di Santiago dopo la devastazione dell’uragano Sandy.
Il Presidente cubano  ha valutato che ogni evento del clima va valutato, perchè nessuno è uguale a un altro.
“L’essenziale di tutte queste esperienze va raccolto in documenti per far sì che in altri luoghi le persone si preparino e perchè servano da documento di consultazione”, ha ribadito.
Denny Legrá Azahares, presidente del Consiglio della Difesa Provinciale di Guantánamo,  ha detto che la constatazione preliminare indica che una significativa percentuale delle abitazioni dei municipi di Baracoa e Maisí è stata danneggiata severamente.
 Realizzando una valutazione preliminare in ogni settore, sono intervenuti i ministri del  Trasporto, Adel Yzquierdo Rodríguez; della Costruzione René Mesa Villafaña; dell’Energia e Miniere, Alfredo López Valdés; del Commercio Interno, Mary Blanca Ortega Barredo; dell’ Agricoltura, Gustavo Rodríguez Rollero; delle Comunicazioni, Maimir Mesa Ramos e del Turismo, Manuel Marrero Cruz; inoltre Inés María Chapman, presidente dell’Istituto Nazionale delle Risorse Idrauliche e  José Ángel Portal Miranda, viceministro di Salute Pubblica.
Grazie all’intenso lavoro realizzato in questi municipi, si è saputo, la comunicazione per via terra con Maisì e Baracoa era stata già rapidamente ristabilita e si continuava a lavorare per abilitare altre vie d’accesso e ugualmente si sta lavorando fortemente per ripristinare il servizio d’elettricità I centri d’elaborazione nelle aree d’evacuazione hanno continuato il loro lavoro e sono state preparate le condizioni nei differenti consigli popolari per cucinare e offrire alimenti alla popolazione, dato che si stima che almeno l’85% della rete del commercio è stata danneggiata.
Le precipitazioni hanno apportato benefici ai laghi artificiali e sono state adottate decisioni pertinenti per facilitare il trasporto dell’acqua potabile ai territori colpiti dalla mancanza d’acqua. Inoltre nella riunione sono state indicate le perdite fondamentali nell’agricoltura.
È stato precisato lo stato di altri servizi vitali per la popolazione, come le comunicazioni , che hanno sofferto seri danni e che si recuperano  poco  a poco. Nel caso delle installazioni del turismo si sa che tutte hanno subito  qualche danno e rispetto alla salute, nonostante alcune incidenze, il servizio alla popolazione è stato sempre garantito.
Al termine della riunione, il Presidente del Consiglio della Difesa Nazionale ha considerato che: “Sino ad ora è stato realizzato un grande lavoro, sia da parte dei dirigenti municipali e provinciali, che dei dirigenti nazionali presenti sin dal primo momento”. ( Traduzione GM – Granma Int.)