ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
CUBAINDUSTRIA. L’area d’esposizione della Cina Photo: Ismael Batista

Ricardo Cabrisas Ruiz, vicepresidente del Consiglio dei Ministri  ha ribadito ieri, martedì 21, durante  l’inaugurazione del Giorno della Russia, come parte della Seconda Convenzione e dell’Esposizione Internazionale CubaIndustria 2016, che è iniziata  lunedì 20 a L’Avana, che la Russia è un socio tradizionale e affidabile di Cuba e il rafforzamento delle relazioni bilaterali in tutte le sfere è un fatto.
“Le prospettive per gli affari sono chiare e positive e i due paesi si sono impegnati a mettere al punto più alto i vincoli economici in maniera che questi raggiungano l’importanza dei vincoli politici”, ha segnalato.
I progetti di cooperazione tra le due nazioni fanno parte del piano di sviluppo economico e sociale cubano, non solo nella sua visione strategica sino al 2030, ma anche nel piano quinquennale 2016- 2021.
Salvador Pardo Cruz, titolare del Ministero delle Industrie (Mindus), ha reiterato ugualmente la partecipazione della Rusia in affari di grande impatto relazionati alla sfera energetica, al trasporto automotore, ferroviario e aereo  e al rifornimento delle officine per realizzare i lavori di manutenzione.
In questo senso ha spiegato che i rappresentanti delle parti hanno firmato di recente un foglio di rotta che prevede l’impulso di vari progetti, 18  dei quali saranno valutati durante la prossima sessione della commissione inter governativa Cuba -Russia che si svolgerà in ottobre.
Gregory Kalamanov, viceministro russo dell’Industria e Commercio, ha spiegato l’interesse di esplorare le nuove linee di mercato, per esempio per la fornitura dei prodotti destinati al turismo.
“Consideriamo che dobbiamo incontrare più punti in comune per la crescita delle nostre collaborazioni e speriamo di realizzarlo in un futuro vicino”, ha segnalato.
Tra le 16 imprese presenti in questa Fiera va segnalata la Kamaz leader nella fabbricazione di camion, alcuni dei quali circolano nell’Isola da più di 30 anni.
Durante la giornata si è svolto un Forum di imprese bilaterale, con il proposito di continuare a stimolare le collaborazioni nei prossimi anni su basi reciprocamente vantaggiose.
“Il mio paese ha molto da imparare da Cuba soprattutto nel settore biotecnologico”, ha segnalato  Tatiana Mashkova, vicepresidente del Consiglio delle Imprese Russia-Cuba che ha aggiunto che: “Per questo l’organizzazione che rappresento sta lavorando seriamente alla presentazione di prodotti cubani come il Heber­prot P nel paese europeo.
Inoltre abbiamo creato una struttura che permetterà di aiutare le imprese russe ad adattarsi al mercato dell’Isola e lavorare in questo con successo.
Alexei Ivanov, rappresentante della corporazione statale russa Rostech, ha segnalato che questa impresa mantiene relazioni con Cuba nella cornice delle collaborazioni tecnico militari e nella sfera civile.
Abbiamo realizzato conversazioni con il Gruppo delle Industrie Biotecnologiche e Farmaceutiche (BioCubaFarma), per stabilire una collaborazione medica nelle due direzioni fondamentali: i vaccini, soprattutto contro il cancro, e la fabbricazione di apparecchi e strumenti per la medicina. (Traduzione GM – Granma Int.)