ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Juvenal Balán

Con la presenza del leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro Ruz, e del Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, il VII Congresso del Partito ha iniziato  l’ultima delle sue giornate nel Palazzo delle Convenzioni a L’Avana,  di fronte a circa 1200 delegati e invitati riuniti nel plenum.

Emilia Neuri, presidente della Commissione del Mandato, ha letto i rilsultati della candidatura dopo lo scrutinio delle votazioni per eleggere il nuovo Comitato Centrale.

Neuri ha informato che hanno votato 991 delegati e che non ci sono stati voti in bianco o annullati, per cui il 100% sono stati voti validi, ha precisato.

Tutti i candidati hanno ottenuto più del 99.6% dei voti e quindi sono stati eletti membri del Comitato Centrale nella loro totalità.

Susely Morfa González, giovane membro del recente Comitato, ha spiegato le ragioni per cui ha proposto di ratificare Raúl come Primo Segretario. 

Ha dichiarato ai presenti che il privilegio di presentare questo risultato approvato all’unanimità costituisce una nitida prova della fiducia della direzione della Rivoluzione ai pini nuovi, ed ha riassunto  che “si tratta del futuro e della Patria”.

Poi ha aggiunto che, sicura del suo senso del dovere e a nome di tutti i cubani, della loro  fiducia nella continuità e nella vittoria rivoluzionaria, ha eletto Raúl che parla sempre di Fidel e lo mantiene presente in ogni opera e conserva la capacità di lavoro e il pensiero fermo e chiaro, flessibile e aperto al cambio.

Tra gli applausi dei presenti Raúl ha ringraziato per la fiducia e gli elogi.

“Uno non sa dove nascondersi quando lo elogiano tanto”, e ha affermato che “sono uno di più, uno di voi”.

Il Generale d’Esercito  ha comunicato che José Ramón Machado Ventura mantiene l’incarico di secondo segretario ed ha presentato anche i membri del buró politico e della segreteria.

Rispetto alla composizione del Burò Poltico Raúl ha puntualizzato che di 17 membri, quattro sono donne, un cifra discreta, cinque negri e mulatti, due presidenti di organizzazioni di massa, cinque vicepresidenti del Consigli dei Ministri , quattro ministri, due viceministri e quattro generali, includendo il Primo Segretario, e cinque nuovi membri. (Traduzione GM  - Granma Int.)