ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
XIX Assemblea Generale della Federazione Mondiale delle Gioventù Democratiche. I giovani che partecipano all’Assemblea Generale della FMJD hanno riaffermato il loro appoggio a Cuba. Photo: Anabel Díaz

Fernando González Llort, vicepresidente dell’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli ha fato tutti i suoi auguri alla Federazione Mondiale delle Gioventù Democratiche nel suo 70º anniversario, durante un incontro di solidarietà con giovani stranieri nell’Accampamento Internazionale Julio Antonio Mella.

Durante l’incontro, nell’ambito della XIX Assemblea Generale della FMJD, che si svolge nella capitale cubana, l’Eroe della Repubblica di Cuba, uno dei Cinque combattenti antiterroristi, ha fatto gli auguri anche ai delegati dell’Angola per il 40º anniversario dell’indipendenza di questa nazione a nome dei Cinque.

Fernando ha ringraziato per la solidarietà espressa dalla FMJD in appoggio alla loro causa.

Alla domanda “com’è sentirsi un eroe in un paese d’eroi?”, Fernando ha risposto che era difficile dirlo, perché lui non si vede come un eroe e perchè lui e i suoi compagni furono arrestati mentre compivano il loro dovere per la Patria.

“L’eroismo quotidiano è quello di coloro che affrontano situazioni difficili e non perdono la speranza, ma continuano a combattere”, ha affermato.

Jacob Perasso, della Gioventù Socialista, del Partito Socialista dei Lavoratori degli Stati Uniti, ha segnalato nelle parole finali della giornata che dopo la ripresa delle relazioni tra Cuba e gli USA, è cominciato un processo nel quale è necessaria l’eliminazione del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dal suo paese a Cuba da più di mezzo secolo.

È necessaria la restituzione del territorio di Guantánamo, illegalmente occupato da questa potenza imperialista e gli USA devono eliminare le trasmissioni illegali di radio e televisione.

Perasso ha affermato che Cuba conta e conterà con una gioventù preparata per dare continuità al processo rivoluzionario e a nome dei presenti ha ratificato il suo impegno con i giovani dell’Isola.

Durante la serata di gala con uno spettacolo offerto dalla compagnia infantile di teatro La Colmenita, nel Teatro del Museo Nazionale delle Belle Arti, la FMJD ha offerto un quadro al leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, come ringraziamento per il suo speciale impegno nella promozione dell’organizzazione.

Da lunedì 9 e sino a giovedì 12, L’Avana accoglie 154 giovani di 80 organizzazioni di 51 paesi che partecipano all’Assemblea Generale della FMJD. ( Traduzione GM – Granma Int.)