ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Anabel Díaz

Con la presenza di 130 delegati di 60 organizzazioni, è iniziata ieri lunedì 9, nel Palazzo delle Convenzioni de L’Avana, la XIX Assemblea Generale della Federazione Mondiale delle Gioventù Democratiche (FMJD), organizzazione che, in coincidenza ha festeggiato ieri il suo 70º anniversario dalla fondazione.

“Questa assemblea è il luogo per dibattere, valutare e avanzare in forma unita. Lo spazio per inviare un messaggio internazionale forte, che offra alla gioventù valore e speranza sul futuro e che evidenzi la nostra volontà di continuare sempre a lato dei giovani e dei loro diritti”, ha detto Nicolas Papademetriou, presidente della FMJD, all’apertura dell’incontro.

Il leader giovanile ha parlato della crisi capitalista mondiale attuale ed ha riferito come, con il titolo di “superare la crisi”, s’impongono misure dure contro i popoli soprattutto contro il lavoratori e la gioventù.

Yuniasky Crespo Baquero, prima segretaria dell’Unione dei Giovani Comunisti (UJC), ha insistito sulla necessità di unirsi di fronte alle realtà che imperano e “fare della solidarietà la nostra arma più preziosa”.

“Dobbiamo rinforzarci e incrementare le nostre azioni collettive per rivitalizzare la lotta della sinistra giovanile, così necessaria in un mondo che pretende di seminare egoismo e indici di vita disuguali e insostenibili”.

Crespo Baquero ha dichiarato la sua soddisfazione di vedere a Cuba tanti fratelli di lotta: “Che invariabilmente ci hanno accompagnato in tutti questi anni negli sforzi della nostra Patria, per continuare a costruire una società più equa per tutti, nella condanna del blocco genocida imposto dal governo degli Stati Uniti e nella lotta che ha fatto tornare in Patria i nostri Cinque Eroi che combattevano il terrorismo”.

La prima segretaria della UJC ha sottolineato l’importanza del movimento dei Festivals Mondiali della Gioventù e degli Studenti.

Promossi da questa Federazione, hanno alzato la voce a favore della pace e della solidarietà anti imperialista, ha detto, ed ha segnalato il ruolo di Fidel che ha incitato a non far morire questa bella iniziativa.

Hanno presieduto l’incontro anche Clara Pulido Escandel, coordinatrice dell’ area di Africa e Medio Oriente del Dipartimento delle Relazioni Internazionali del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC), Julio César García Rodríguez, funzionario del Comitato Centrale del PCC e i vicepresidenti della FMJD, Gris Hananda per la regione dell’Asia; Marwa Saab, per la regione del Medio Oriente e Dalfino Hoster Guila, per la regione dell’Africa. (Traduzione GM – Granma Int.)