ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La lettera del Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, presidente della Repubblica di Cuba, al presidente degli USA Barack Obama

L’Avana, 1º luglio del 2015

Signor Presidente:

in consonanza con gli annunci del 17 dicembre del 2014 e le conversazioni d’alto livello tra i nostri governi, mi compiace dirigermi a Lei per confermare che la Repubblica di Cuba ha deciso di ristabilire le relazioni diplomatiche permanenti nei nostri rispettivi paesi, il 20 luglio del 2015.

La parte cubana prende questa decisione, animata dall’intenzione reciproca di sviluppare relazioni rispettose e di cooperazioni tra i nostri popoli e governi.

Cuba s’ispira inoltre ai principi e ai propositi sacri della Carta delle Nazioni Unite e al Diritto Internazionale, cioè all’uguaglianza sovrana, la soluzione delle controversie con mezzi pacifici, escludendo di ricorrere alle minacce o all’uso della forza contro l’integrità territoriale e l’indipendenza politica di qualsiasi Stato, al non intervento in temi che non sono della giurisdizione esterna degli Stati, al fomento delle relazioni di amicizia tra le nazioni, basate nel rispetto del principio dell’uguaglianza, dei diritti e della libera determinazione dei popoli, nella cooperazione e nella soluzione dei problemi internazionali, nello sviluppo e lo stimolo del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali di tutti.

Quanto precedentemente espresso è conforme allo spirito e alle norme stabilite nella Convenzione di Vienna sulle Relazioni Diplomatiche, del 18 aprile del 1961 e nella Convenzione di Vienna sulle Relazioni Consolari del 24 aprile del 1963, delle quali sia la Repubblica di Cuba che gli Stati Uniti d’America sono Stati Parte e che guideranno le relazioni diplomatiche e consolari tra la la Repubblica di Cuba e gli Stati Uniti d’America.

Sua Eccellenza Sig. Barack H. Obama, Presidente degli Stati Uniti d’America, colgo questa opportunità per esprimerle, Signor Presidente, la testimonianza della nostra considerazione.

Raúl Castro Ruz

(Originale firmato / traduzione Gioia Minuti)