Omaggi a Fidel nelle celebrazioni del Giorno della Scienza › Hasta la victoria siempre › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La ministra del CITMA Elba Rosa Pérez, ha consegnato a Villa Clara il diploma che la ubica come prima per lo sviluppo scientifico. Photo: Freddy Pérez Cabrera

Santa Clara – Villa clara – Le diverse attività realizzate a Santa Cara nel Giorno della Scienza  che quest’anno hanno avuto come sede la provincia di Villa Clara, che per i suoi risultati ha meritato l’onore di celebrare questa importante data, sono state un sentito omaggio a Fidel, il padre dello sviluppo scientifico cubano.
Durante il dibattito *Fidel, il nostro più grande scientifico*, al quale hanno partecipato i dottori  Sergio Rodríguez, direttore dell’Istituto Nazionale delle Investigazioni in Tuberi tropicali; Zenaida Rodríguez, al fronte del Centro dei Bioattivi Chimici;  Osvaldo Fernández, direttore dell’Istituto di Biotecnologia delle Piante, e la Ms.Gisel González, dell’Unità di  Tossicologia Sperimentale, si è parlato del ruolo del leader della Rivoluzione nella creazione di diversi centri a Villa Clara e della sua ampia visione del ruolo della scienza nello sviluppo futuro del paese.
Il Dr. José Luis García Cuevas, il primo a guidare il Polo scientifico della zona, ha segnalato l’importanza di studiare la profondità del pensiero del Comandante in Capo sulla scienza, la preservazione dell’ambiente e l’innovazione, perchè tutto questo costituisce un canale infinito di sapienza che risulata dalla straordinaria utilità per i piani attuali e futuri e della nazione.
Durante l’attività  presieduta da Olga Lidia Tapia, membro della segreteria del Comitato Centrale;  Julio Lima Corzo e Jorgelina Pestana Mederos, massime autorità del Partito e del Governo nel territorio, rispettivamente,  è intervenuta Elba Rosa Pérez Montoya, ministro del CITMA, che ha fatto i suoi complimenti  a Villa Clara per il forte lavoro nell’implementazione di una strategia formata da Scienza, Tecnologia e Ambiente, oltre all’applicazione di vari progetti incamminati alla soluzione dei problemi del territorio e della nazione.
Inoltre ha detto che la sfida principale per gli scienziati e gli innovatori cubani è continuare a lavorare, per implementare i risultati ottenuti e compiere gli incarichi del VII Congresso e della Conferenza Nazioanale del Partito, per cui si richiede in modo differente di fare scienza con una messa a fuoco multidisciplinare integrale, che dia priorità alla creazione di catene produttive, tra gli altri requisiti.
Poi ha citato come una conquista del settore il fatto di contare oggi su 200 entità dedicate alla scienza, la tecnologia  e l’innovazione, oltre a 10 centri d’investigazione e 19 che prestano servizi scientifici e tecnologici, nei quali lavorano circa 56.000 dipendenti e di questi, quasi la metà sono donne.
Come parte dell’omaggio al quale è stato invitato  Fidel Castro Díaz Balart, assessore scientifico del Consiglio di Stato, varie personalità e istituzioni della scienza hanno ricevuto diplomi e riconoscimenti.
Tra queste le provincie  di Guantánamo, L’Avana e Santiago di Cuba, territori che con  Villa Clara, sono stati riconosciuti per il loro operato l’anno scorso .
(Traduzione GM - Granma Int.)