ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Pierre Laurent, segretario generale del Partito Comunista Francese. Photo: AFP

Parigi - Varie centinaia di francesi hanno reso un’emozionate omaggio al leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro, occasione nella quale alcuni oratori hanno risaltato la trascendenza, per Cuba e per il mondo del suo pensiero e della sua opera, ha informato PL.
Nella manifestazione organizzata dal PCF il segretario generale di questa formazione, Pierre Laurent, ha considerato Fidel un simbolo di resistenza di fronte all’imperialismo e di lotta costante a favore del suo popolo.
Questo legato è il motivo per cui tanti cubani hanno pianto alla sua morte avvenuta il 25 novembre, ha aggiunto il politico francese, che ha spiegato la traiettoria rivoluzionaria del leader in ogni tappa della sua vita.
Oltre all’apporto per Cuba, Laurent ha sottolineato tutto l’aiuto offerto agli altri popoli del mondo, perchè *l’internazionalismo per lui era un dovere*.
Poi ha ricordato in particolare il suo ruolo nel continente latinoamericano per stimolare l’integrazione e la messa a fuoco per garantire migliori condizioni di vita per i popoli.
Il leader politico ha sostenuto che Fidel ha cambiato il destino di un piccolo paese, che ha saputo resistere sino ad oggi all’impero più poderoso del pianeta, ha commentato, riferendosi all’ostilità degli Stati Uniti messa in evidenza con il blocco economico contro l’Isola, mantenuto vigente da più di mezzo secolo.
L’ambasciatore di Cuba in Francia, Héctor Igarza, ha assicurato che la nazione dei Caraibi continuerà il camino di lotta che è il legato del Comandante in Capo, e lo farà con lealtà assoluta e l’unità del popolo.
In questo senso ha detto che uno degli insegnamenti principali è stata l’affermazione che solo coloro che lottano hanno diritto a vincere.
Igarza ha sostenuto che Fidel non è morto perchè vive in ogni cubana e cubano, in ogni rivoluzionario, grato per la sua opera.
Durante l’omaggio è intervenuto anche l’ambasciatore dee Venezuela in Francia, Héctor Michel Mujica, che ha definito il leader cubano *un uomo universale*.
“Fidel ci ha insegnato ad essere noi stessi e ad avere la nostra voce”, ha segnalato il rappresentante diplomatico.
L’omaggio si è svolto come parte di un seminario congiunto realizzato dal PCF e dal Partito Comunista di Cuba – PCC-  indirizzato a riflettere e dibattere  temi prioritari dell’attualità internazionale.
La delegazione in visita che ha partecipato all’omaggio, è formata dal funzionario del dipartimento delle Relazioni Internazionali del PCC , Juan Valdés e dagli specialisti  Carlos García ed Elia Concepción.( info PL / Traduzione GM – Granma Int.)