ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
I giovani messicani hanno riempito le strade di manifesti, dove esprimono i messaggi di condoglianze al popolo cubano. Photo: Notimex

Questo è un momento di tristezza non solo per il popolo cubano, ma per tutti i popoli del mondo. La notizia della morte del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz, continua a generare reazioni in diverse parti del mondo, dove proseguono gli omaggi alla sua trascendentale figura.
La Rete degli Intellettuali, Artisti e Movimenti sociali  si è unita alle condoglianze per la morte di Fidel con un Comunicato: “Il Comandante  è partito da questo piano, ma gli esseri come lui non scompaiono mai, ma al contrario divengono parte di tutte le persone che amano la  libertà e aspirano all’uguaglianza, al rispetto e alla solidarietà tra tutti gli esseri vivi”, sottolinea.
Il fraterno popolo del Venezuela si è unito alle onoranze, e le autorità nazionali, regionali e municipali che commemoravano i 501 anni della fondazione del Municipio  di Cumaná e il 24º anniversario  della ribellione cívico-militare intrapresa nel 1992 dalla Forza Aerea Nazionale hanno inviato  un messaggio di’appoggio al popolo di Cuba.
“Nessun momento della vita di Fidel è trascorso senza che smettesse di pensare all’umanità, ma anche a noi venezuelani. Per questo oggi gli rendiamo omaggio, riconoscendo e vivendo il suo esempio”, ha esclamato la rappresentante di  
Unamujer, Gladys Requena, una delle oratrici .
Circa 25 medici cileni laureati nella ELAM, la Scuola Latinoamericana di Medicina di Cuba, si sono dati appuntamento nell ambasciata di Cuba in Cile per rendere omaggio a Fidel, che considerano il maestro, ispiratore del futuro dell’umanità.
In Spagna, nella piccola località di Láncara, in Galizia, è stato reso onore a Fidel in una cerimonia davanti alla casa in cui nacque suo padre, Ángel Castro.

Gli argentini si sono uniti agli omaggi per il leader storico della Rivoluzione Cubana. Photo: terra.com

Davanti alla casa di pietra nella quale visse il padre del leader storico della Rivoluzione Cubana, si sono concentrate ieri, domenica 27, più di un centinaio di persone per offrirgli un modesto, ma sentito omaggio.
Il popolo messicano ha reso omaggio al leader storico della Rivoluzione Cubana in una manifestazione di massa in cui si leggevano manifesti con scritto:
“Che tremi l’ingiustizia quando piange l’agguerrito popolo di Fidel!” e  “Hasta la victoria siempre. Comandante in Capo Fidel Castro Ruz”, sostenuti da giovani studenti.
Nelle sedi delle ambasciate cubane in vari paesi del mondo si sono riunite molte persone per rendere omaggio al Comandante.
Nella prima arcidiocesi del Messico è stata celebrata una messa “per l’eterno riposo del Comandante Fidel”.
Durante l’inaugurazione della Fiera Internazionale del Libro di Guadalajara (FIL)  i partecipanti hanno inviato i loro messaggi di condoglianze al popolo cubano per la scomparsa fisica del suo leader storico.
Il senato messicano ha lamentato la morte di Fidel ed ha espresso la solidarietà ai suoi familiari e al popolo cubano per l’irreparabile perdita.
Dallo Stadio Olimpico Atahualpa e sino all’ambasciata di Cuba, a Quito in Ecuador, un gruppo di simpatizzanti del Movimento Alianza PAIS ha fatto una marcia in sostegno del popolo cubano dopo la morte di Fidel Castro ed hanno portato una corona di fiori alla delegazione diplomatica.
Più di un centinaio d’attivisti e dirigenti del Partito Liberale e Rifondazione (Libre) guidato dall’ex presidente di Honduras, Manuel Zelaya, hanno reso un omaggio postumo a Fidel Castro.

Photo: Notimex

I partecipanti hanno portato immagini e manifesti nei quali si leggevano messaggi come “Hasta siempre Comandante” e cantavano in coro “Fidel vive!”
In una veglia nel Parco Indipendenza, i dominicani hanno iniziato a rendere omaggio al leader della Rivoluzione Cubana.
Lì si sono concentrati amici di Cuba, ammiratori di Fidel, rappresentanti di entità politiche e sociali e il popolo in generale, convocati dalla campagna domincana di solidarietà con Cuba.
Con un commosso omaggio alla figura del leader storico della Rivoluzione di Cuba, Fidel Castro, è iniziato il VI Congresso del FRente Ampio (FA) dell’Uruguay al quale partecipano  più di mille delegati.
Il clamore di “Cuba sì  yankees no”, è rimbombato una e un’altra volta nel palazzo  Peñarol di Montevideo, mentre uno schermo gigante mostrava immagini del rivoluzionario cubano e nella sala tutti i partecipanti in piedi gridavano “Viva la Rivoluzione cubana! Viva Fidel!”.  Poi si è tenuto un minuto di silenzio.
In Italia, l’Associazione Nazionale d’Amicizia Italia Cuba ( ANAIC),  ha inviato le sue condoglianze ai familiari,  alla direzione della Rivoluzione e a tutto il popolo cubano, dicendo che la vita di Fidel è stata un’opera d’infinito amore per Cuba, l’America Latina e tutta l’umanità.
L’associazione AsiCubaUmbria ha riempito la città di Perugia di manifesti che dicono: “A Fidel, combattente fino all’ultimo respiro di sogni infiniti. Rendiamo omaggio con l’impegno di continuare la stessa lotta. Hasta la victoria siempre!”
La Federazione delle entità americano - arabe che rappresenta circa 16 milioni di arabi e i loro discendenti, ha trasmesso un messaggio di condoglianze per la scomparsa física del leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro.
 “Fidel considerava la possibilità di un mondo migliore di pace, uguaglianza e giustizia sociale. Gloria eterna alla sua memoria!”
Le differenti unità militari dell’esercito del Nicaragia si sono date appuntamento al Monumento al Soldato  della Patria, dove hanno posto una corona di fiori in onore agli uomini e alle donne che hanno offerto le loro vite per la liberazione di questo paese. Durante la cerimonia i partecipanti hanno espresso la loro solidarietà e sentimenti di dolore per la perdita irreparabile del Comandante Fidel Castro.
Il popolo russo ha lamentato la morte del compagno Fidel  con una presenza  di massa davanti all’ambasciata cubana a Mosca, dove si sono sentite grida di consegna e auguri perché l’Isola prosegua  per la via del socialismo.
All’entrata della sede diplomatica cubana i russi hanno posto fiori dal passato sabato, quando si è conosciuta la triste notizia della morte del leader.
La sinistra del Paraguay Frente Guasu ha espresso la sua solidarietà a tutto il popolo cubano per il decesso del leader storico.
Questo gruppo di partiti e di movimenti ha scritto in un comunicato che “Fidel è stato un’icona della Rivoluzione Cubana, il suo fondatore e la sua guida”.
Il Movimento di soldarietà con Cuba e il dipartimento boliviano  di
Cochabamba  hanno espresso le loro condoglianze per la morte di Fidel ed hanno assicurato che il suo esempio è oggi la guida di coloro che cercano la libertà a e la giustizia.
Fidel è stato nostro padre e nostro leader.  Molte volte hanno cercato di farlo tacere, ma lui ha continuato, difendendo i suoi principi e i suoi valori.
Poche  persone hanno amato tanto il loro popolo come ha fatto lui”, hanno scritto in un comunicato. (Traduzione GM - Granma Int.)