ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La squadra di baseball degli Alazanes di Granma ha interrotto brevemente le intense sessioni d’allenamento per ricevere la bandiera nazionale che ondeggerà nella prossima serie dei Caraibi che si disputerà nella città messicana di Culiacán dal 1º al 7 febbraio.
Il celebre *pelotero* granmense Alfredo Despaigne ha ricevuto la bandiera dalle mani di Olga Lidia Tapia Iglesias, membro della Segretaria Nazionale del Comitato Centrale del Partito. I giocatori  Guillermo Avilés e Roel Santos hanno posto a nome dei compagni una corona di fiori davanti alla fiamma eterna degli Eroi della Patria Nuova nel  Memoriale Granma, nel Museo della Rivoluzione, sede della cerimonia a L’Avana.
Il pitcher della capitale Frank Camilo Morejón ha pronunciato le parole del giuramento degli sportivi, mentre Antonio Becali Garrido, presidente dell’Inder ha commentato alla delegazione di Granma che rappresenterà tutta Cuba nella Serie dei Caraibi, che loro rappresentano milioni di compatrioti, per cui dovranno dimostrare una grinta a tutta prova, la dedizione totale e il lavoro in collettivo, elementi che li hanno caratterizzati nella conquista dello scettro nella 56ª Serie Nazionale di Baseball.
“La sfida ora è moltiplicare le azioni con le quali avete realizzato questa vittoria, portatori dell’orgoglio che rappresenta difendere l’onore della Patria e i valori di un baseball nettamente nazionale”, ha detto ancora il dirigente sportivo cubano.
Pochi minuti prima della cerimonia di consegna della bandiera, Carlos Martí, manager della squadra degli  Alazanes  ha detto a questo giornale che giocheranno senza tensione nella Serie, così come hanno vinto contro il Ciego de Ávila per il titolo di Cuba con quattro punti a zero, una settimana fa.
“Si deve giocare e divertirsi nel campo. La tensione non apporta niente di buono. Se perdiamo non si cede niente e il giorno dopo avremo un altro impegno”, ha dichiarato il capace stratega. (Traduzione GM - Granma Int.)