ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Maykel Massó ha collocato di nuovo Cuba nella mappa mondiale del salto in lungo imponendosi nella  LXIII edizione del Memoriale Barrientos di Atletica con 8.28 m. il miglior risultato storico per i minori di 18 anni.
Massó, campione mondiale dei cadetti a Cali-2015,  ha fissato la nuova marca con vento a  1.8 m/s nel suo primo tentativo nello Stadio Panamericano dell’est de L’Avana, divenendo il miglior saltatore  sub-18 del mondo, sorpassando il suo  compatriota Luis Bueno (8.25 nel 1986).
Se la IAAF riconoscesse in questa categoria le marche come records, oggi Massó avrebbe un record  mondiale.
Inoltre ha migliorato di 14 centimetri  il suo massimo personale conseguito l’anno scorso e si è collocato  quarto nel ranking  di tutti i tempi tra i minori di 20 anni,  in una lista guidata dal russo  -  record del mondo - Serguei Morgunov (Rusia, 8.35 en 2012), Randy Williams (EEUU, 8,34 en 1972) e Bueno (también 8.28 en 1988).
“Voglio essere migliore di Ivan!”, ha detto euforico alla stampa elogiando il suo idolo Pedroso, campione olimpico e nove volte campione del mondo.
“Pedroso faceva tre biciclette - camminate nell’aria - e io ne faccio una. Il mio allenatore mi ha detto che mi prepara per farne due e mezza l’anno che viene”, ha anticipato Massó, che ha appena compiuto  17 anni, nel mese di maggio, ed è nato a Santiago di Cuba, città di grandi sportivi.
La sua meta in questa stagione è vincere il titolo nel mondiale giovanile  sub-20 di Bydgoszcz, Polonia (in luglio) ed essere finalista olimpico (in agosto).
Secondo le statistiche della IAAF, a questa età Pedroso aveva realizzato 8.22 e lo stesso  Carl Lewis  8.13.
Massó ha già esibito le sue doti l’anno scorso quando ha saltato 8.12 a L’Avana e poco dopo ha vinto il titolo mondiale dei cadetti a Cali, in Colombia  con 8.05. (Traduzione GM Granma Int.)