ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
I ciclisti cercheranno la bandiera a quadri ad ogni traguardo. Photo: Yander Zamora

Gli organizzatori della corsa classica nazionale su strada Guantánamo-Pinar-L’Avana hanno annunciato il calendario ufficiale della gara che comincerà il 16 febbraio prossimo e durerà sino a 28, quando i ciclisti avranno macinato 1.455 chilometri. Un totale di 12 tappe divide il giro, con una giornata doppia all’altezza dell’ottava tappa e una di riposo alla metà della gara, che mantiene i suoi tradizionali premi della montagna e la prova a cronometro individuale e a squadre.

Con la partecipazione della squadra nazionale, i cui membri s’includeranno nelle rispettive squadre provinciali, il classico inizierà il 16 febbraio con un circuito nella città di Guantánamo (60 chilometri), e i giorno dopo la carovana partirà per Santiago di Cuba (116 Km), con la sempre vibrante scalata della Gran Piedra, primo Premio della Montagna del tracciato.

Il terzo giorno (125 km) è riservato per l’arrivo a Puerto Moya e il successivo a Bayamo. Il quarto percorso sarà a cronometro per squadre (40 Km.) sino ad Holguín. Poi ci saranno due fasi intense: una sino a Camagüey (206 km), e la seconda con meta finale a Ciego de Ávila (113 km).

Dopo il giorno di riposo ci sarà una tappa di 166 Km. che terminerà con lo spettacolare Premio della Montagna a Topes de Collantes.

L’ottava tappa si dividerà in due parti, con un circuito interno a Cienfuegos (60 km) e quindi il percorso sino a Villa Clara (65 km).

Il gruppo dei ciclisti raggiungerà poi Cárdenas (185) in una lunga giornata e il giorno dopo pedalerà sino ad Artemisa (149 km).

Una gara a cronometro individuale di 40 km precederà l’ultima tappa di 130 km., la cui meta sarà il Capitolio de L’Avana.

Le due gare d’addio si svolgeranno sulle strade della provincia di Pinar del Río, un dettaglio che distingue questo Classico dai precedenti, nei qualsi si correva direttamente da Camagüey e Guantánamo sino a L’Avana. (Traduzione GM – Granma Int.)