ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Yunidis Castillo è una delle principali speranze cubane. Photo: Armando Hernández

Con la volontà di trasformare in medaglie le lunghe giornate di allenamento, la delegazione cubana che parteciperà ai V Giochi Parapanamericani dal prossimo 7 agosto a Toronto, è partita per questa città del Canada.

“Voi siete gli ambasciatori della Rivoluzione nello sport e siamo convinti che tornerete carichi di medaglie e con l’orgoglio d’aver realizzato il massimo sforzo in ogni gara”, ha detto il presidente della Commissione Nazionale d’Attenzione agli Atleti, Tomás Herrera, durante il commiato nell ’aeroporto José Martí.

E mantenere il quarto posto conquistato nell’edizione precedente di Guadalajara 2011 sarà la principale sfida per i 56 sportivi, guidati dalla stellare velocista Yunidis Castillo, che parteciperanno a otto discipline per 71 medaglie, nelle 393 gare del programma.

Precisamente Yunidis, che ritorna sulla pista dopo la nascita di suo figlio e che ha ricevuto la bandiera, è una delle principali speranze cubane.

L’atleta cercherà di confermare i suoi titoli nei 100 - 200 e 400 metri piani, categoria T46 (amputati di un membro, in questo caso il suo braccio destro).

Con lei gareggeranno altri 17 specialisti in atletica -campo e pista-, judo (8), ping pong (6), sollevamento pesi (5), nuoto (5), tennis (2) e ciclismo (1), nelle discipline individuali, alle quali si aggiunge la pallavolo seduti, femminile, con 12 giocatrici che debutteranno in questi Giochi continentali, come il tennis, tra i 1600 atleti di 18 paesi che animeranno l’appuntamento.

Quattro anni fa a Guadalajara, Cuba ha occupato il 4º posto con 27 medaglie d’oro, 16 d’argento e 11 di bronzo.