ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

/Guardami, madre, e per il tuo amore non piangere,
se schiavo della mia età e delle mie dottrine
ho riempito il tuo cuore martire di spine,
ma pensa che tra le spine nascono i fiori./  

Dalla prigione Doña Leonor ricevette una foto di José Martí con  l’uniforme carceraria e le catene che doveva trascinare, fissate alla caviglia. Dietro la foto erano scritti quei versi. (GM – Granma Int.)