ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

Alicia balla come balla il vento/ si direbbe che il vento fa scena/ ma il vento si muove e non dà spiegazioni/ e Alicia spiega con il movimento/, e precisamente per questa sua qualità di fondersi in Cuba, che basta il suo nome per saperla nostra, di riassumere insieme la luminosità, la semplicità e la forza dell’Isola, per lei c’è stato questo riconoscimento storico nei destini del paese.
Rafforzare il futuro con tutte le sfide che suppone sostenersi nel cammino di costruire una nazione alternativa: a questo è chiamato il Parlamento cubano e proprio in una giornata in cui si è parlato di piani, di bilanci e d’economia … è stata nominata Alicia Alonso. Ma  la politica pulita non è anch’essa arte?
Le deputate e i deputati non potevano dimenticare che la Prima Ballerina Assoluta compiva ieri 98 anni e c’è stato l’omaggio dell’Assemblea Nazionale per la donna che ha fondato un modo differente di ballare, che ha risvegliato Giselle dai grigiori che offuscano i classici se non ci si mette l’anima, che ha osato dimostrare che il balletto poteva essere patrimonio degli umili e parte della loro felicità.
E di sicuro, di fronte alla citazione del suo nome molti presenti hanno ricordato che /Alicia balla, vola, racconata un racconto/ e canta senza cantare musica ricca/ Il vento nella sua persona si concreta/ e lei se vuole si trasforma in vento/ e questa sua capacità di volare non è il suo unico merito.
I suo operato rivoluzionario per essenza, ha incontrato dal 1959 il suo cammino nella Rivoluzione e nel proposito d’erigere la cultura come strumento elaboratore.
La Alonso, tessendo le radici della scuola cubana di balletto ha portato il nome della Patria in tutti gli scenari del mondo e non c’è, sino ad oggi, pubblico che con la conoscenza e la sensibilità non resti senza fiato di frote a quest’opera.
La politica pulita è anche arte.
Fortunato il paese che  s’identifica  nei monumenti vivi e sa rimirarsi in loro.
Coloro che sono impegnati con la Costituzione e il futuro che implica, sanno che questo cammino necessita di pilastri.
Cuba ne ha molti e tra loro /Alicia acrobata di sogni/ che sale come vapore/ si trasfigura in nube/ e scende come pioggia di lisci nastri/ Ora sale e non scende/ per le sue impronte/ i suoi piedi meravigliosi hanno le ali/ e le sue mani raggiungono  le stelle/.
I versi segnalati appartengono alla poesia “Alicia Alonso”, di Jesús Orta
Ruiz. (GM – Granma Int.)