ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo cortesia dell’autore.

Il direttore del centro di cultura italiana,  Pier Luigi Riccioni, ha  sottolineato, nel suo discorso di benvenuto, quanto inutili fossero le parole perche’” questi quadri parlano da soli” .
Paolo Vincenzoni, utilizzando  foglio e penna  riesce a creare opere d’arte uniche.
Il pittore ha affermato che : “ La luce ha un senso e occorre abilità  per  scoprirla  e interpretarla. Il colore  è l’essenza della luce, ha una sua vibrazione, e come tutto nell’universo, è in movimento. Sta al pittore interpretare il dono più grande che Dio ci ha dato,  vedere il suo creato con il cuore, l’anima e l’intelligenza, la bellezza della natura con i suoi colori, pensare che ogni colore e’una vibrazione precisa, che ha un suo carattere, e trovare una scomposizione  nella luce, scomporre per dare anima al colore e ricomporlo per dargli unicità come nelle vetrate delle chiese.  Il gioco infinito dell’universo in un quadro ”
La mostra resterà aperta sino al 28 febbraio.