ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Luis Eduardo Aute ha sempre amato Cuba e il suo popolo. Photo: La Jiribilla

Silvio Rodríguez y Vicente Feliú sono tra gli invitati che il prossimo  10 dicembre renderanno omaggio  Luis Eduardo Aute in un concerto che si realizzerà nel WiZink Center di Madrid, coincidendo con la celebrazione dei  75 anni del  noto  creatore spagnolo di /Aleluya/, /Rosas en el mar/, /Pasaba por aquí/ o /Al alba/.
Con loro  Joan Manuel Serrat, Joaquín Sabina,  Ana Belén, Víctor Manuel, Miguel Poveda, Luis Pastor,  Rosa León, Cristina Narea, Jorge Drexler, Andrés Suárez, Ismael Serrano, Marwan  e Suburbano, tra i tanti.
Il concerto ugualmente festeggerà 50 anni di vita artistica del famoso cantautore, che non appare in palcoscenico da quando in agosto ha sofferto un infarto  che lo ha costretto a ritirarsi.
Silvio e Vicente hanno condiviso numerose occasioni con Aute sia a Cuba che in Spagna dove ogni anno si realizza il Festival BarnaSant , dedicato alla canzone d’autore, il  cui presidente Pere Camps ugualmente è  stato a Cuba molte volte.
L’ultima visita di Aute a l’Avana è stata nel 2009, quando partecipò al concerto “Pace senza frontiere”.
Un anno  prima era stato a L’Avana in occasione della chiusura del  XIII Festival della Canzone  d’Autore Barnasants di quell’anno che, per la prima volta si era svolto fuori dalla Spagna.
Nella capitale cubana l’artista aveva presentato il suo quaderno di poesia intitolato /Poemigas/, in un Sabato del Libro ed aveva inaugurato una sua esposizione di pittura nell’Edificio d’Arte Universale del Museo Nazionale delle Belle Arti, dove aveva ricevuto dalle mani di Abel Prieto, allora ministro di Cultura, la Distinzione per la Cultura Nazionale.
Poi aveva partecipato a due concerti: uno nel  teatro Karl Marx intitolato/La trova le canta a Eduardo/, nel quale cantarono Silvio Rodríguez, Vicente e Santiago Feliú, Amaury Pérez, Carlos Varela, Karel García e Liuba María Hevia e il suo gruppo e un altro nel teatro Amadeo Roldán, che l’Orchestra Solistas de La Habana diretta dal maestro Iván Valiente gli aveva dedicato.
Nell’occasione furono intepretate /Wagneriana/, di Leo Brouwer; la /Suite del Amor,/ di Silvio Rodríguez e la /Suite Auténtica/, dello stesso  Aute, con arrangiamenti di  Beatriz Corona; e l’accompagnamento di sue interpretazioni di Vicente Feliú, Lázaro García e Eduardo Sosa.
I suoi primi scambi musicali con i protagonisti della Nuova Trova cubana avvennero grazie ad amici in comune che andavano e venivano tra Cuba e la Spagna. Ascoltò diverse registrazioni di cantautori cubani e soprattutto di Silvio e Pablo e quando ascoltò quelle canzoni disse d’aver incontrato dei fratelli con i quali si sentiva  totalmente identificato. ( GM – Granma Int.)