ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Nell’agosto del 1980 è stato approvato il decreto legge che ha istituito il 20 ottobre come Giorno della Cultura cubana. Photo: Jorge Luis González

Con l’intenzione d’approfondire il ruolo della cultura nel contesto nazionale, gli organizzatori della Giornata per il Giorno della Cultura Cubana,  che si celebrerà a partire dal 10 ottobre, hanno sviluppato un vasto programma di attività che si estenderanno per tutte le province dell’Isola.
Partendo dalla stretta relazione che esiste tra i concetti di cultura nazionale, l’evento intitolato /Con la stessa stella/, sarà dedicato al 150º anniversario dell’inizio delle Guerre d’Indipendenza e all’interpretazione, per la prima volta, dell’Inno di Bayamo, avvenimento storico che segnala il giorno della Cultura Cubana.
Un altro motivo per la celebrazione saranno gli anniversari di importanti figure e fatti di grande importanza per la cultura, come i 70 anni del Balletto Nazionale di Cuba e i 90 della nascita di Ernesto Che Guevara.
«È importante far conoscere non solo le attività che si realizzeranno nelle istituzioni nazionali, ma anche offrire uno spazio per risaltare il lavoro sociale e comunitario degli istruttori o degli “artisti anonimi” che appartengono  alle comunità più appartate e il loro lavoro non viene debitamente riconosciuto», ha assicurato in un incontro recente con la stampa, la prima vice ministra  di Cultura, María Elena Salgado.
Granma sarà sede di uno degli eventi più importanti che include la Festa della Cubania che celebrerà la sua 24ª Edizione dal 17 al 20 ottobre.
Nel suo disegno si segnala la XXVI edizione dell’Incontro Teorico /Crogiolo  della Nazionalità Cubana/, spazio di dibattito sulle origini della nazione.  
Fra gli invitati ci sarà Eusebio Leal.
Per la musica questa Festa conserverà i suoi spazi abituali e si alterneranno le orchestre nazionali con altre della provincia e ci saranno presentazioni di premi nazionali della musica come José Luis Cortés e Pancho Amat.
L’Istituto Cubano del Libro si somma a questa grande festa  con significative presentazioni.  Tra queste va segnalata quella della pubblicazione /Iconografia della Guerra dei Dieci anni/ (Zoila Lapique Becali, Manuel Moreno Fraginals e Beatriz Moreno Masó), che avverrà il prossimo 6 ottobre, come parte dello spazio Sabato del Libro.
Il 20 ottobre, per la chiusura della Giornata si presenterà il libro del mese, /Breve storia dell’Inno Nazionale/, di Jesús Gómez Cairo.
Le arti sceniche costituiscono a loro volta un pilastro fondamentale nel programma. Le attività hanno il proposito di far risaltare il lavoro creativo delle compagnie e dei gruppi di maggior prestigio, come il lavoro dei nostri artisti. Irrompono con il Festival Nazionale del Teatro in Camagüey, dal 6 al 14  ottobre, con 32 messe in scena che si muoveranno in 15 sedi.
Inoltre ci saranno presentazioni della Compagnia Danza Contemporanea di Cuba,  che offrirà la prima assoluta di /Gli amori di Marte e Venere/ con repliche dal  28 di settembre al 14 ottobre nel Gran Teatro de L’Avana.
Tutte le azioni culturali che la Giornata propone nelle differenti manifestazioni artistiche, saranno fortemente legate al 60º anniversario del Trionfo della Rivoluzione. (GM – Granma Int.)