ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Patricia Sosa e Chucho Valdés Photo: Internet

Il cubano Chucho Valdés, Premio Nazionale di Musica e vincitore di nove premi Grammy –sei Grammy Awards e tres Grammy latini–, e la cantautrice  argentina Patricia Elena Sosa inizieranno in Cuba la turnée  promozionale del Cd “Once. Concierto para dos”, che hanno registrato negli studi del jazzista a Malaga, presentato nel novembre del 2017 in tutte le piattaforme digitali.
Insieme si presenteranno in concerto con la cubana Omara Portuondo, sabato 11 agosto, nel Gran Teatro de La Habana Alicia Alonso.
L’album raccoglie boleros e ballate con le quali  Patricia rompe la sua abituale maniera di presentarsi nella quale spiccano  generi come il rock, il soul e il blues, anche se suole interpretare tanghi e musica folclorica argentina.
Annunciando l’uscita di  Once, l’artista aveva commentato nelle reti sociali:
« Sono molto felice! È appena uscito questo gran disco in tutte le piattaforme digitali. Lo sto ascoltando per  Spotify. Emozionata è poco. Lo aspettavo da molto tempo».
Lartista ha raccontato che si dedica al teatro, alla televisione e al cinema nel suo paese.
Chucho è sempre stato il suo idolo.
«Un giorno, ha detto, ho ricevuto una telefonata che mi ha sorpreso. Era Chiucho che mi invitava a registrare un disco insieme grazie ad un amico che lo aveva raccomandato. Io già conoscevo il lavoro di Chucho con Concha Buika.
Ma da lì a che lo stesso pianista mi chiamasse… ma cosi è cominciato tutto».
Chucho a sua volta ha spiegato che si è interessato a Patrizia nel 2010, in Argentina, quando  aveva ascoltato dall’amplificazione di un negozio dove faceva compere, una voce che lo aveva colpito. Aveva chiesto chi era e come si chiamava la canzone e glielo dissero.
Allora chiese che gli vendessero tutti i dischi dell’artista che avevano, ma solo l’anno scorso i due hanno potuto realizzare questo disco. “Once. Concerto per due”, conta tra i suoi invitati con la partecipazione del chitarrista  Dany Leis, della chitarra di Daniel Casares, di Malaga,  e le voci di  Esperanza García de Soria e Miguel Poveda.
Il disco presenta le canzoni Allí, di Héctor Flores; Envidia, di Alfredo García Segura; Distancia (Contigo en la distancia), di César Portillo de la Luz; Días de Otoño, di Pablo Milanés e Chucho Valdés; Me has hechado al olvido, di Rudy Pérez; Ya no me dueles, di Andrés Castro e Ningún amor es perfecto, Vela encendida, Marcada a fuego( scritta con Oscar Eduardo Mediavilla), De aquí a la eternidad e  Concierto para dos, tutte scritte da  Patricia.
L’album è accompagnato all’inizio dal videoclip ufficiale diretto da Pablo Sofovich.
La cantante ha detto, parlando della registrazione : «Io ho cercato di dare ad ogni canzone il mio stile senza incidere sul ritmo. Chucho ha messo i suoi tocchi cubani, ha dato un’aria caraibica alla percussione e il tipo di tumbao adeguato senza scontrarsi con la mia voce. Inoltre abbiamo due canzoni a tempo di flamenco, qualcosa che non avrei mai immaginato di fare».
La carriera musicale di Patricia Sosa è cominciata nel 1974, quando entrò nella banda  NomadySoul.  Nel 1990 entrò nel mercato musicale come cantante solista con un materiale discografico intitolato “Patricia Sosa”, che giunse al disco di platino in una settimana.
Ha 17 dischi pubblicati ed ha partecipato ad altri 27, tra i quali quelli del cubano Santiago Feliú(CD Para mañana, ha cantato Marisa), 15 años con Juan Carlos Baglietto ( Corazón de madera) y Tributo a Carlos Gardel ( Cuando tú no estás). Ha participato in televisione, teatro e cinema.
«La cosa più bella è cantare queste canzoni dal vivo», ha detto un anno fa e ora questo sarà realtà non solo in Cuba, ma anche in Argentina dove si presenterà il 7 settembre, per la prima volta nel Gran Rex di Buenos Aires con il jazzista
cubano Chucho Valdés.(RC/ GM – Granma Int.)