ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Nella biografia del patriota e diplomatico Don Cosme de la Torriente y Peraza (1872-1956), primo ambasciatore di Cuba negli Stati Uniti d’America, si rivelano particolari poco conosciuti della sua esistenza e del suo operato a beneficio della Patria.

L’opera pubblicata di recente in due volumi negli Stati Uniti dalla casa editrice Arista Publishin, con un grande successo di vendite, è il risultato dell’accurata investigazione dello storiografo e museologo Ernesto Aramis Álvarez Blanco, che ha investigato per tre anni in archivi e biblioteche pubbliche e private, e si è valso di molti documento inediti sul diplomatico e il suo ambiente sociale e familiare.

Lo stesso Álvarez Blanco riconosce che il libro è il riassunto degli sforzi di vari scrittori, giornalisti e storiografi che tentarono di preservare per i posteri il lavoro e l’operato di chi è stato considerato una personalità rilevante nella storia cubana.

«Scrivere la biografia di Cosme de la Torriente y Peraza era un progetto lungamente accarezzato da altri intellettuali cubani anche prima della sua morte, ma non fu mai realizzato né portato in tipografia», ha osservato lo scrittore canadese.

Torriente y Peraza, nato nel 1872 nel municipio di Jovellanos, in provincia di Matanzas, fu anche Presidente della Lega delle Nazioni, la precedente diretta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), e un intellettuale un po’ dimenticato che fu testimone e attore d importanti fatti avvenuti in Cuba tra la seconda metà del XIX secolo e la prima del XX.

La biografia, arricchita con numerosi documenti in maggioranza inediti o praticamente sconosciuti, rivela, secondo gli esperti, la maturità intellettuale dell’autore e la sua esperienza accumulata nel campo dell’investigazione storica. (GM – Granma Int.)