Un film cubano ha vinto il premio del pubblico nel Festival di Panama › Cultura › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

La pellicola cubana Sergio y Serguéi (2017), del super premiato regista Ernesto Daranas, ha conquistato il premio del pubblico per la migliore storia del Centroamerica e i Caraibi del VII Festival Internazionale del Cinema di Panama (IFF), ha informato Prensa Latina.

Il film, vincitore dello steso premio nei Festival de L’Avana e Cinelatino di Tulosa (Francia), affascina perchè pone l’amicizia al disopra delle frontiere culturali, geografiche o politiche.

Il lungo metraggio Matar a Jesús (2017), ispirato nell’assassinio del padre della cineasta colombiana Laura Mora, ha vinto il premio per l amiglior pellicola ispanoamericana di fiction lch epropoene una riflessione sul desiderio di vendetta giustizia e di tuti i fattori ch eprvocnao la violenza Iil premio al miglior documentario lo ha ottenuto Una noche de calypso, del regista argentino Fernando Muñoz, che approfondisce l’impatto di questo genere originale di Trinidad y Tobago a Panamá, su com’è cambiata la musica locale con l’arrivo degli afroanillani.

En la caliente, del cubano Fabien Pisani, e Días de luz, della panamegna Isabella Gálvez, hanno vinto il primo e secondo premio rispettivamente della sezione dell’industria Primera Mirada, dedicata a sostenere i lavori in tappa di post-produzione.

La direttrice artistica del IFF, Diana Sánchez, ha annunciato che per la VIII edizione, nel 2019, il Festival conterà con una giuria di tre critici cinematografici che daranno il premio Fipresci, assegnato dalla Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica alla miglior pellicola del Centroamerica e i Caraibi.

Gli organizzatori hanno sostenuto ancora un volta che il Festival del cinema può tutto, con la presenza di stelle come Geraldine Chaplin, Laura Gómez, Nahuel Pérez Biscayart, Eduardo Noriega, Giada Colagrande, Dolores Fonzi, tra i circa 140 invitati internazionali che hanno portato a Panama le loro pellicole.

Per sette giorni il IFF ha proiettato films provenienti da 54 paesi ed ha contato sulla presenza di produttori, direttori, attori, sceneggiatori, addetti al suono, musicisti e anche scienzati, alcuni con lunghe carriere in questa industria. (GM – Granma Int.)