ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Per Alfonso Reyes, il celebre scrittore messicano «la letteratura non è un’attività  per adornare, ma l’espressione più  completa dell’uomo ».

Attraverso la letteratura si può raccontare l’esistenza banale o ricca di un popolo o un paese.

In questo spazio, nel caso di Cuba, 27 edizioni di una Fiera Internazionale del Libro nel loro catalogo possono essere la mostra di un’evoluzione e sviluppo sociale.

Per gli scrittori che viviamo fuori dalla capitale, realizzare la Fiera Provinciale del Libro come continuità di quella de L’Avana, significa assumere l’identità della provincia; un’altra forma di nascere o distruggere il vuoto che media tra l’artista e il suo pubblico lettore e il suo pubblico ammiratore.

Para Artemisa, una delle due province più giovani del paese ogni anno è una sfida questa festa, come forza immensa che comunica e che può darci prestigio o no, in un altro pezzetto di terra circoscritto all’Isola.

Ora che si è spento quell’istante dedicato da L’Avana alla Cina come paese e a EusebioLeal  come intellettuale cubano, gli autori restiamo con l’abituale solitudine , necessaria per riflettere che è avvenuto di quelle intense giornate di vendita di libri, presentazioni, dibattiti, conferenze, omaggi, letture, mostre di cinema, teatro, esposizioni di pittura.

Nell’opinione delle voci autorizzate, come il pubblico lettore e gli scrittori del paese che l’hanno visitata, Artemisa è cresciuta in prestigio culturale con questa sua Fiera più organizzata e competente nei suoi sette anni di vita. Non scartiamo qualsiasi incoerenza in questa festa, soprattutto se consideriamo la nostra scarsa esperienza.

Per parlare di questo momento di culto alle lettere ci dovremmo fermare e valutare quel che è stato ogni giorno o il lavoro d’unione degli organizzatori e la congiunzione Governo, Partito e cultura provinciali.

Un merito speciale lo meritano gli organizzatori  che hanno organizzato nel loro spazio incontri culturali come Roble de olor, con personalità della grandezza di EusebioLeal, Marta Rojas, Ciro Bianchi, Fernando Pérez e Eduardo Heras León, tra gli altri.

Per la storia culturale di Artemisa, questo momento lascia la sapienza di quanto si è avanzato nella cultura per la volontà di sopravvivere come una stella che si fa molteplice in un’interazione cultura – società.

Una Fiera del Libro tanto effettiva che inorgoglisce per l’assunzione sino all’alito  spirituale di una provincia e di una nazione che già respirano il 18º anno del XXI secolo. (GM - Granma Int.)