ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Copertina del libro. Photo: Dunia Álvarez Palacios

La presentazione  del libro /Buon giorno, presidente/, del giornalista, politico e ministro del Potere Popolare per la Cultura della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Ernesto Villegas Poljak, della casa editrice
Nosotros Mismos, è stato presentato nella Sala Che Guevara della Casa de las Américas, come parte della 27ª Fiera Internazionale del Libro de L’Avana.
Il volume comprende  15 interviste telefoniche realizzate  da Villegas Poljak a Hugo Chávez Frías, attraverse del suo programma televisivo.
En Confianza, della Venezolana de Televisión, ed è tutto un vero omaggio, una mostra d’amore, rispetto e ammirazione per il leader rivoluzionario.
Delle interviste «mattutine» comprese in  /Buon giorno, presidente/, Villegas Poljak  ha spiegato chela prima la realizzò nel 2001 e le altre  tra il 2011 e il 2012, periodo in cui la salute del presidente era già minacciata,  mach elu comunque si sottoponeva a quella forma di contrappunto che è l’intervista giornalista.
«Un giorno mi sorprese la sua chiamata durante il programma alle sei e mezzo di mattina fatto non abituale in lui, ha detto, dato che  Chávez non  smetteva di parlare generalmente come faceva Fidel e utilizzavano le lunghe ore della notte lavorando.
Allora era già malato, ma quando si conversava era sorprendente sentirlo parlare. Era il rivoluzionario che non solo lottava per la vita di tutti i venezuelani, ma che lottava anche per la sua stessa vita.
In una Casa de las Américas piena zeppa d’intellettuali cubani, di amici invitati tra i quali membri della delegazione degli scrittori della patria di Simón Bolívar che partecipano alla Fiera, accompagnato  dal Dr. Alí Rodríguez Araque, ambasciatore  del Venezuela in Cuba; dell’intellettuale cubano Abel Prieto Jiménez, ministro di Cultura.
Ernesto Villegas  ha detto: «Gli ho dato questo titolo per la nostra decisione di sentire un Chávez vivo e non rassegnarci alla sua dipartita. E anche perchè serva ai presenti e alle future generazioni di venezuelani e rivoluzionari di tutta l’America Latina e del mondo». ( Traduzione GM – Granma Int.)